Tu sei qui

SBK: Michel e Ayrton scommettono

Il team BMW Italia punta alla top five grazie al title sponsor (per tre anni)

SBK: SBK: Michel e Ayrton scommettono

Share


Il rappresentante di GoldBet lo sponsor che affiancherà BMW Italia per i prossimi anni dice che la Superbike non è una scommessa ma una certezza. E di scommesse l'azienda austriaca se ne intende, visto che è uno dei big europei dei giochi on-line.

Ma, sponsor a parte, quello che è emerso nel corso della conferenza stampa di presentazione del team 2012 - sempre a Monza come tradizione, location scelta anche per scaramanzia - di BMW Italia che da quest'anno assume la lunga denominazione di BMW Motorrad Italia GoldBet SBK Team è la grande determinazione della squadra e la progettualità per le prossime stagioni.

Infatti l'accordo con GoldBet - azienda austriaca con duecento dipendenti con sede a Innsbruck - ha la durata di tre anni "Questo - ha detto Andrea Buzzoni, direttore di BMW Motorrad Italia - ci consente di fare un progetto a medio e lungo termine, obiettivo che quando abbiamo cominciato nel 2010 in Superstock non era così scontato".

Ed a proposito di obiettivi, Buzzoni ha illustrato quelli del 2012: "arrivare in modo costante alla top 5 ed entrarci più volte possibile".

Per farlo, come ha già anticipato GPone.com, è stato fatto un grosso lavoro sulla moto che - motore ed elettronica a parte, visto che è fornita dalla Casa - è stata sviluppata in Italia in collaborazione con Feel Racing. "La nostra è una squadra di grande esperienza - ha detto Serafino Foti, direttore sportivo del team - e questo ci ha consentito di sviluppare in modo autonomo la moto".

team BMW ItaliaLa novità più evidente è il nuovo forcellone e le nuove basi di sterzo che rappresentano un'evoluzione (soprattutto il primo) rispetto al materiale a disposizione del team ufficiale. Con il quale traspare una certa rivalità, soprattutto alla luce del nuovo assetto della squadra di Monaco. "Il motore - prosegue Foti - ha molta più coppia che speriamo di poter utilizzare al meglio con la nuova ciclistica".

I piloti sembrano abbastanza fiduciosi e motivati, pur avendo un carattere decisamente diverso, più riflessivo Badovini e più esuberante Fabrizio. Ayrton ha in progetto di comunicare attraverso il suo sito ogni particolare della vita di un pilota e si aspetta una stagione ancora migliore di quella del 2011 che lo ha visto entrare nella top ten.

Dal canto suo, Michel Fabrizio - che ha come nuovo manager Alberto Vergani, una delle persone più competenti del mondo motociclistico che affiancherà il romano a Checa e Melandri, già nella sua "scuderia" - è rimasto soddisfatto del test di Vallelunga: "Sono contento - ha detto Michel - non solo perché la pista è bellissima ma anche per il fatto di aver girato abbastanza a lungo senza avere problemi all'avambraccio".

Ora la squadra partirà per l'Australia dove dal 14 prenderà parte ai primi test privati in vista dell'avvio del Campionato.

Nel 2012 BMW Italia correrà ancora anche nella Superstock dove metterà in pista Sylvain Barrier (confermato) e Lorenzo Baroni.

Articoli che potrebbero interessarti