Cecchinello vuole aria nuova in LCR

Il team LCR diviso fra Hopper e Bautista e con De Puniet alla porta

Cecchinello vuole aria nuova in LCR

Share


Gli ultimi posti disponibili in MotoGP stanno finendo. Hector Barbera, che non aveva alcuna intenzione di continuare a correre con il team di Jorge Martinez con una CRT, ha accettato l'offerta di Pramac, così continuerà a correre con una Ducati il prossimo anno.

L'ultima moto sul mercato, dunque, è la Honda RC213V di Lucio Cecchinello che ha tre pretendenti: John Hopkins, Alvaro Bautista e Randy De Puniet. Se il francese, però, firmerebbe anche oggi, incredibilmente, al contrario, visto che stiamo parlando di una Honda 1000, uno dei mezzi più competitivi del lotto, sia Hopper che Bautista la tengono come opzione di riserva.

L'anglo-americano e lo spagnolo vorrebbero infatti entrambi continuare con la Suzuki che dovrebbe (meglio tardi che mai) decidere sul da farsi proprio a Sepang.

Per il momento quello che rischia più di rimanere con il cerino in mano è De Puniet.

"Con Randy abbiamo corso diversi anni insieme e so quale può essere il suo rendimento - ha detto Lucio Cecchinello - è un pilota che può andare sicuramente forte, ma credo che in questo momento il team abbia bisogno di una scossa, di aria nuova. Bautista sta facendo vedere ottime cose, ed anche Hopkins, superati i suoi problemi personali, penso possa riservare delle sorprese. Il problema è che non abbiamo più tempo. Dobbiamo decidere, e dobbiamo decidere adesso".

Articoli che potrebbero interessarti