Checa collaudatore sulla D16

Solo un giorno di test per i piloti ufficiali, Carlos potrebbe salire sulla GP12 mille

Share


Valentino Rossi potrà contare un Campione del Mondo come aiuto per lo sviluppo della Desmosedici 2012, Carlos Checa fresco di titolo Superbike. È lo stesso pilota spagnolo ad avere ammesso la possibilità di un test sulla mille MotoGP, domenica scorsa a Magny Cours, come riporta Motoworld.es.

Rossi ha espresso più volte la sua disapprovazione contro il ridotto numero di giorni di prove disponibili e la Ducati ha già usato 7 degli 8 giorni a disposizione dei piloti ufficiali per salire in sella alle mille in prospettiva 2012. L’unica soluzione per sviluppare la Desmosedici del futuro è di fare provare i collaudatori, che però non garantiscono la stessa velocità di un pilota. Altra cosa se a salire in sella è un pilota in piena attività e al top della forma come Carlos, che ha ammesso come sia stato questo uno dei motivi per cui gli è stato chiesto di provare la nuova moto.

Checa conosce bene le MotoGp e la Ducati con cui ha corso nel 2005, a fianco di Capirossi, oltre ad avere disputato due gare l’hanno scorso sulla GP10 del team Pramac, in sostituzione all’infortunato Kallio, all’Estoril e a Valencia. La scelta sembra anche la conseguenza di quanto aveva anticipato Filippo Preziosi a GPone nel GP di Imola rispondendo alla domanda se Bayliss potesse provare la GP12: “potrebbe anche salire sulla Desmosedici. Anche se Troy è un pilota particolare, che guida con regolazioni atipiche”.

Meglio allora puntare sul pilota del team Althea, più simile nello stile di guida a Valentino e con una grande esperienza sulle spalle in tutte le categorie, dalle 500 2 tempi alle attuali MotoGP. El Toro è anche libero dai test sulla nuova 1199 Panigale che il prossimo anno non sostituirà ancora l’attuale 1198 nel campionato Superbike, potendo anche quindi concentrarsi su un test che non lo riguarda direttamente.

Avevamo incontrato Carlos pochi giorni prima del GP di Imola e gli avevamo chiesto se gli sarebbe piaciuto fare ancora un gara in MotoGP “con le mille sì, le 800 non mi piacciono”. Questa volta il sogno potrebbe realizzarsi presto, anche se solo con un test.

Articoli che potrebbero interessarti