Pernat: Stoner, le nostre scuse

AUDIO Il manager genovese: "Casey è veloce in modo devastante"

Pernat: Stoner, le nostre scuse

Share


Carlo Pernat è un iconoclasta, ma anche un uomo che sa ammettere i suoi errori. Ed è quello che fa in questo intervento nel quale chiede apertamente scusa a Stoner di ciò che aveva pensato di lui nel recente passato. La vittoria dell'australiano a Indianapolis in effetti ha lasciato più d'uno senza fiato.

"Direi che abbiamo visto uno Stoner devastante - ammette Carlo Pernat - credo che dobbiamo le scuse a questo pilota. Abbiamo detto che andava fortissimo ma era debole psicologicamente. Invece guardando la storia della Ducati è stata questa a renderlo difficile. I suoi problemi sono stati dovuti alla Ducati. E ciononostante ci ha vinto un mondiale.

Oggi la stessa moto sta facendo sembrare Valentino un pilota normale. Quando lo sento dire che gli basterebbe rimanere con Barberà allibisco.

La storia della Ducati è stata quella di Gibernau, di Melandri, di Hayden, di Capirossi ed ora di Rossi. Questo deve far pensare. Stoner è stato sottovalutato. La più bella soddisfazione gliela ha data Pedrosa ammettendo che ha qualcosa da imparare da lui. Il suo arrivo in Honda è stata la ciliegina sulla torta perché l'HRC mai aveva vinto così tanto con la 800 ed oggi sta dominando. Il mondiale è praticamente finito e Stoner se lo sta guadagnando. Se avrà voglia Casey potrebbe diventare, se ne ha voglia, un pilota da tanti titoli mondiali, ma non lo so perché i piloti di oggi hanno troppe pressioni. Anche se gli altri avessero la sua moto lui vincerebbe lo stesso. Scusa Casey per quello che abbiamo pensato di te".

 

ASCOLTA L'AUDIO


{mp3}2011/12_GP_INDIANAPOLIS/pernat{/mp3}

Audio: 

Articoli che potrebbero interessarti