Tu sei qui

Edwards: nel suo futuro c'è Suter-BMW

Correrà con Forward. Dovizioso si propone al suo posto. Rea parla con Ducati-Pramac


Qualcosa si muove nel mercato piloti. Dovizioso, infatti, ha dato via libera al suo manager, Simone Battistelli, di stringere i tempi con il team Satellite Yamaha di Hervé Poncharal, che a questo punto diventa il suo obiettivo principale. Il proprietario del team Tech 3, sponsorizzato dalla Monster, dal canto suo, pur mantenendo uno stretto riserbo ha ufficiosamente fatto sapere di aver lasciato libero Colin Edwards. Ciò significa che la seconda M1 è sul mercato ed anche se i pretendenti sono molti l'affidabilità dell'italiano, attualmente terzo nel mondiale, è un plus da non sottovalutare. L'unico scoglio, ingaggio ridotto a parte, potrebbe essere lo sponsor personale a cui Dovi è legato da anni, la Red Bull.

Simone Battistella, Hervé PoncharalDel resto la Honda pare più propensa a continuare a seguire Simoncelli, anche perché appoggiato dalla San Carlo ed il taglio del budget del 30% non permette alla HRC alcun volo pindarico. Peraltro sembra ormai quasi fatta per Stefan Bradl, con una sua squadra, quindi a meno di un ripescaggio di Aoyama la Honda schiererà cinque moto, l'ultima con il team LCR che ha detto di preferire John Hopkins anche se l'angloamericano è da sempre legato alla Suzuki.

Di questa storia, comunque, per il momento l'unica cosa certa è che Edwards, che non vuole ritirarsi, deve guardarsi attorno e la soluzione per lui potrebbe essere quella di sviluppare la Suter-BMW nel team Forward che dovrebbe abbracciare la causa dei CRT. Almeno questo è quanto dice radio-paddock.

A caccia di una moto c'è anche Jonathan Rea che dopo aver potuto provare una RC212V l'anno scorso avrebbe deciso di lasciare la Superbike. Per lui qualche contatto con la Ducati-Pramac, visto che sicuramente Capirossi lascerà a fine anno.

Articoli che potrebbero interessarti