Simoncelli a tutto gas! Rossi 11°

Sic domina le qualifiche, solo Spies prova a resistergli. Terzo Stoner

Share


Un secondo e 846 millesimi, un soffio, un battito di ciglia, ma anche la misura della distanza tra la gioia e la delusione. La gioia è quella che brilla negli occhi di Marco Simoncelli,  che per la seconda volta in questa stagione partirà davanti a tutti. “Sono felice, ma dopo le qualifiche lo sono sempre: spero di esserlo domani” ha detto il Sic sceso dalla moto. La delusione è quella di Valentino che ha dovuto arrendersi a una moto ancora acerba, che richiede tempo per dimostrare tutto il suo potenziale. Quello che la GP11.1 gli ha offerto oggi non è bastato ad avvicinarlo alle prime posizioni. Quarta fila per il Campionissimo, undicesimo tempo, dietro al compagno di squadra Hayden, nono, e addirittura al debuttante Karel Abraham che ha continuato la sua crescita portando la sua Ducati in terza fila, col settimo tempo.

Simoncelli si è portato fin dai primi minuti davanti a tutti, staccando di quasi un secondo sia la Honda di Stoner che la Yamaha di Lorenzo. L’unico a resistergli è stato ben Spies, che poco passata la metà del turno ha montato la gomma morbida ed è riuscito a scavalcare il pilota del team Gresini. Difficoltà a non finire per Valentino Rossi: la GP11.1 deve ancora trovare il giusto set up e la GP11.1 si ritrova a navigare nelle retrovie, a più di due secondi dalla pole.

La risposta di SuperSic non tarda ad arrivare: abbassa facilmente il suo tempo e si lascia alle spalle  il texano della Yamaha. Intanto la sorpresa della giornata è Karel Abraham che riesce a portare la sua Ducati (che può sfruttare il primo step evolutivo sulla ciclistica come tutti gli altri team satellite) momentaneamente in terza posizione.

Negli ultimi minuti continua la lotta a distanza tra Simoncelli e Spies, con l’americano che riesce a sfiorare la pole portandosi a 9 millesimi da Simoncelli. Stoner cerca di recuperare lo svantaggio ma non riesce ad andare oltre alla terza posizione, davanti a Lorenzo e Dovizioso, che ha riportato una frattura al quinto metatarso del piede nella caduta di questa mattina. Entrambi i piloti della Honda HRC hanno lamentato una certa difficoltà a portare in temperatura le gomme. Rossi passa dalla quindicesima all’undicesima posizione, non riesce a recuperare lo svantaggio.

A dieci minuti dal termine, una brutta caduta mette fuori gioco Loris Capirossi: l’imolese è stato portato all’ospedale per i controlli dopo una brutta botta rimediata alla schiena.


Articoli che potrebbero interessarti