Ancora un duello Checa-Biaggi?

La rivalità tra i due protagonisti assoluti del Mondiale 2011 arriva ad Aragon


Il tema è sempre il solito ma questo non significa che voglia dire noia, anzi! Anche al Motorland Aragon, infatti i presupposti danno sempre Carlos Checa e Max Biaggi a contendersi la vittoria.

I due si era già sfidati su questo circuito - quasi a distanza visto che Carlos era andato via un giorno prima ed arrivato con un giorno di anticipo - in occasione dei test di inizio ottobre, quando Max aveva realizzato il miglior tempo alla fine dei test con 1'58"0, mentre Checa si era fermato ad 1'58"3.

Il circuito di Motorland Aragon - dove la Superbike correrà sulla configurazione da 5,345 km contro i 5,070 di quella della MotoGP - è piaciuto a quasi tutti i piloti che sono venuti a provarci e sono stati in molti.

In occasione, infatti, dei test di ottobre scesero in pista oltre a Biaggi e Checa anche la Kawasaki - che ci è tornata altre due volte - la BMW, la Suzuki-Alstare e il team Pata. In un'altra occasione è venuta ad Aragon anche la BMW Italia e fu quando cadde Toseland che salterà anche la gara spagnola.

Non essendoci uno storico è difficile fare dei pronostici, anche se pure in occasione dei test, Max e Carlos furono i più veloci.

KAWASAKI DA SCOPRIRE - Alla luce del risultato dei test di ottobre, quando Tom Sykes stabilì il terzo tempo, ma soprattutto di quello che l'inglese ha fatto a Misano (superpole e quarto in gara 1) potrebbe arrivare la sorpresa della Kawasaki ma altre volte la squadra anglo-giapponese ha deluso.

Stesso discorso per la BMW che nei test portò Leon Haslam al quarto posto ma grazie ad una prestazione...estrema dell'inglese. Il britannico ha una piccola frattura al piede "ricordo" di Misano ma visto quello che ha fatto proprio in Romagna in gara 2, potrebbe essere tra i migliori anche in Spagna.

Fabrizio ad AragonBene - quinto tempo - fece Michel Fabrizio che oggi, a distanza di otto mesi continua a fare miracoli (basti vedere Misano...) con una moto chiaramente inferiore alle altre.

La Yamaha è alla ricerca del riscatto, viste le ultime prestazioni e Marco Melandri (soprattutto) ed Eugene Laverty sono attesi ad una gara di attacco.

Infine, ma non ultimo Ayrton Badovini che con la BMW del team italiano sta avendo una crescita costante che lo ha portato a sfiorare il podio a Misano. Considerando che anche lui ha provato sul circuito di Aragon, potrebbe venire fuori anche in Spagna una bella gara per il biellese (ormai romagnolo).

Da domani alle 11,30, come al solito, i discorsi si sposteranno in pista, quando la Superbike disputerà la prima sessione di prove libere.

Mondiale

Articoli che potrebbero interessarti