Pernat: Ducati e Bridgestone attenti!

VIDEO Il manager genovese parla di trionfi e rese nel GP di Silverstone

Iscriviti al nostro canale YouTube

Per Carlo Pernat il Gran Premio di Inghilterra ha fornito diverse chiavi di lettura interessanti, sia sportive che tecniche. Nel mirino del manager più caustico della MotoGP Yamaha, Ducati e Bridgestone. Ascoltiamolo.

"E' stata la giornata del trionfo e delle rese. Il trionfo ovviamente è stato quello di Stoner che ricorda il Valentino Rossi del 2002-2003 - ha detto il manager genovese - pilota superiore e moto superiore. Le rese, invece, sono state diverse. Quella della Yamaha, con tre moto fuori, e solo il podio di Edwards come consolazione. A Silverstone la tattica di Dovizioso è stata vincente. Ha fatto un giro in più di riscaldamento e si è difeso in frenata. Era più lento sia di Lorenzo che di Simoncelli ma li ha messi in condizione di fare un errore. E ' difficile quest'anno riuscire a battere la Honda.

La resa più clamorosa, comunque, è stata quella di Valentino con la Ducati. Le sue dichiarazioni sono state chiare: colpe divise al 33% fra il pilota, il team e la Casa. Probabilmente l'approccio con questa moto doveva essere quello che ha avuto Stoner. La GP11 va guidata comè, non va cambiata.

Un fatto molto importante, però, di cui non si è parlato è la questione delle gomme. Così com'è le Bridgestone sono pericolose, le clavicole continuano a partire. Bisogna che si diano una svegliata".

ASCOLTA L'AUDIO

{mp3}2011/06_GP_SILVERSTONE/pernatdomenica{/mp3}


 

 

Audio: 

Articoli che potrebbero interessarti