Stoner beffa Sic sotto la bandiera

Safety Commission: Dovizioso schierato dalla parte del 'nemico'

Share


La pioggia che è caduta questa notte sul tracciato disegnato da  Charles de Cortanze e il cielo velato di questa mattina, hanno abbassato di un paio di gradi centigradi le temperature dell’asfalto (19°) rispetto a ieri. A causa di grip e temperatura inferiore, solo Simoncelli, Dovizioso, Bautista e Abraham  sono i riusciti a migliorare il loro tempo di ieri pomeriggio.

Il miglior tempo l’ha comunque conquistato a sorpresa Casey Stoner. Non sarebbe propriamente una sorpresa, visto che con questo terzo turno l’australiano ha fatto poker d’assi, ma il  suo 1’33”815 l’ha scippato di prepotenza a Simoncelli (1’34”075) mentre sventolava la bandiera a scacchi. A Supersic non è rimasto che chiudere col secondo tempo.

In terza posizione è arrivato Andrea Dovizioso, che è riuscito a ricucire il gap perso ieri pomeriggio dalle 3 Honda ufficiali di testa, e quarto tempo per l’altra Honda ufficiale rimasta, quella di  Dani Pedrosa. Considerando che tutte le moto non Honda sono arrivate ad almeno 1" da Stoner, in 5° posizione si è piazzato Nicky Hayden, ancora una volta primo delle Ducati; Nicky ha fatto il tempo ‘attaccandosi’  a Lorenzo, il quale poco dopo ha scosso la testa. Lo spagnolo, vincitore della gara qui lo scorso anno, ha infatti chiuso in 6° posizione subito dietro il ragazzo del Kentucky.

Ancora in difficoltà Valentino Rossi, settimo, alla ricerca del feelig perduto. Non c'è da scoraggiarsi: il nove volte campione del mondo non disdegna questo tracciato sul quale lo scorso anno chiuse la gara in seconda posizione, ma come ha dichiarato recentemente “forse Le Mans piaceva più alla moto che a me!”.

I piloti sono scesi in pista per lo più con una gomma media all'anteriore e una morbida al posteriore (il record della pole position rimane ancora a Dani Pedrosa, che nel 2008 aveva conquistato la prima casella con 1’32”647, quando c’erano ancora le gomme da tempo).

Una curiosità: ‘l’uccellino dei paddock’ dice che ieri sera durante la consueta riunione della Safety Commission (che raduna ogni venerdì sera di gara i piloti che vogliono presenziare per discutere sulla sicurezza), riguardo all’argomento che ultimamente è molto in voga specie in Spagna sulla scorrettezza di Simoncelli, erano presenti due diverse fazioni: una, formata da Rossi, Simoncelli e Capirossi, l’altra formata da Barberà, Elias, Stoner, Lorenzo e... Dovizioso! Stando infatti a quello che asseriscono i bene informati, Dovizioso avrebbe saltato la barricata della cordata italiana e si sarebbe ‘schierato col  nemico’. E la polemica continua...

Ecco le combinate dei tempi:

motogp le mans

Articoli che potrebbero interessarti