Andrea Iannone, un futuro da re

Il Bello, il Brutto e il Cattivo del Gran (polemico) Premio di Jerez


Le prove del Gran Premio di Spagna si sono svolte con il bel tempo ma, puntualmente, la gara si è corsa sotto la pioggia, come anticipato dalle previsioni del tempo, ormai quasi infallibili.

Le corse sono state egualmente belle per il pubblico, forse un po' meno per i piloti, ma hanno generato una lunga serie di interrogativi perché l'organizzazione in pista...ha fatto acqua.

IL BELLO - La vittoria di Iannone in Moto2. Andrea è l'unico pilota italiano che quest'anno è in grado di vincere un mondiale. Bisogna ricordarlo.

IL BRUTTO - La confusione dei Commissari di percorso dopo l'incidente fra Rossi e Stoner, con l'australiano abbandonato. E non è una scusante che sia stato fatto lo stesso con Simoncelli. A questo livello c'è bisogno di maggiore professionalità. Potete vedere un video amatoriale QUI: hanno iniziato a spingere in tre (un quarto faceva finta), uno è caduto subito, il secondo si è rialzato ed è rimasto uno solo a spingere.

IL CATTIVO - La Direzione di Gara come sempre incapace di prendere alcun tipo di decisione. Il comunicato FIM relativo al comportamento dei commissari (che leggete QUI) è arrivato il martedì successivo al Gran Premio. Ed addirittura rimandava il tutto al prossimo GP dell'Estoril. Che dire? Di gente così inefficiente si può fare tranquillamente a meno, vero Presidente Ippolito?

LA DELUSIONE - La frase di Valentino Rossi a Mediaset come risposta al tagliente "la tua ambizione è superiore al tuo talento" di Stoner, "forse non sa chi sono io" è tipica di un italiano medio che vorremmo non esistesse. L'australiano sa benissimo che Valentino ha potere nel motomondiale, ed è di questo che si lamenta.

LA SORPRESA - La Ducati dopo la gara ha comunicato che Rossi avrebbe provato la GP12 1000 cc nel fine settimana, in un test già programmato con Guareschi e Battaini. La casa italiana con la nuova moto è in anticipiro rispetto alle rivali Honda e Yamaha.

IL SORPASSO - In negativo, ovviamente quello di Valentino Rossi che ha tirato in terra Stoner. E' vero, non è il primo e non sarà l'ultimo, ma tenendo conto della situazione è parso veramente un errore da principiante. Cosa sarebbe accaduto a ruoli invertiti?

L’ERRORE - Ce ne sono stati diversi. Quello di Simoncelli, che si è giocato la vittoria e quello di Spies, che ha perso un podio, ci sembrano importanti. Ma è vero che in quelle condizioni cadere da soli ci sta.

LA CURIOSITA’ - I due piloti del team Italia, Morciano e Tonucci (a sinistra con Roberto Locatelli) e non hanno preso punti, esattamente come in Qatar. A Losail il primo era arrivato 20°, il secondo 22°. A Jerez la situazione si è ribaltata con il secondo 19° ed il primo 20°. Comunque entrambi fuori dalla zona punti.

IO L’AVEVO DETTO - Il Presidente della FMI, Paolo Sesti a proposito dei risultati del team Italia: “La crescita sta proseguendo".


Articoli che potrebbero interessarti

 
Privacy Policy