Capirossi: dipenderà tutto da Rossi

AUDIO "La Ducati è una moto difficile. Rossi dovrà metterla a posto"

Capirossi: dipenderà tutto da Rossi

Share


Capirossi ha chiuso il secondo test di Sepang ad oltre un secondo ed otto da Stoner, ma è vero anche che con la Ducati satellite del team Pramac ha girato con gli stessi tempi di Rossi e Hayden. Dunque ne ha tirato fuori il massimo.

"Diciamo che tutto sommato questi ultimi tre giorni di Sepang sono stati positivi - sottolinea e aggiunge - nonostante il distacco dai primi. Stiamo facendo un ottimo lavoro sull'elettronica, ma c'è ancora molto da lavorare".

Su cosa? Loris è vago, parlando di una generale difficoltà nel capire la GP11, ma da quel che si dice si intuisce una moto "dura" da guidare.

"La moto va capita e su questa pista, con questo caldo, è difficile. Personalmente sono contento perché ho girato come gli ufficiali Ducati. La difficoltà è la velocità in centro curva, bisogna addrizzarla il prima possibile. Il problema come ripeto è capirla".

Ma c'è tempo per farlo?

"Sarà molto importante il lavoro di sviluppo che farà Valentino - precisa l'imolese - Bisognerà rendere la moto più facile. Rossi è un pilota di grande talento anche se anche lui ha le sue difficoltà. Vedrete che Rossi sarà competitivo da subito. Certo la Honda è molto competitiva, fa paura, e noi dobbiamo rincorrere, ma in Qatar anche la Ducati sarà competitiva".


ASCOLTA L'AUDIO


{mp3}2011/Sepang/capirexsepang2{/mp3}

Audio: 

Articoli che potrebbero interessarti