Edwars sarà operato martedì

Il texano non ha i polsi rotti ma si interverrà sulla cartilagine della spalla

Share


Colin Edwards sta meglio.

Così comunica il suo team a quattro giorni dal brutto infortunio nel quale il pilota Monster Yamaha Tech 3 è stato coinvolto in Malesia, con Marco Simoncelli e Valentino Rossi.

Il trentasettenne texano non potrà però partecipare all'ultima tappa del motomondiale, la prossima gara di Valencia il 6 novembre.

A Edwards, visitato mercoledì dal Dr. Henry Small, specialista ortopedico dell'University General Hospital a Houston, sono state confermate una serie di piccole fratture sulla parte alta del suo omero sinistro che collega la spalla con il gomito.

Anche la cartilagine ha riportato lesioni nella zona dell'omero e questo richiederà un intervento chirurgico martedì prossimo. Poiché sarà necessario un periodo post operatorio di quattro settimane, non potrà prendere parte al via del GP di Valencia. Colin lamentava anche forti dolori ad entrambi i polsi e al tallone sinistro ma fortunatamente approfonditi esami hanno escluso la presenza di fratture.

Il team sta decidendo sul nome di colui che lo sostituirà e lo renderà noto quanto prima.

“Per prima cosa desidero ringraziare tutti per i numerosi messaggi di supporto che ho ricevuto da domenica - ha detto il texano - Il vostro affetto è stato per me incredibilmente importante per il conforto che mi ha dato in un momento così difficile. Il mio cuore è rivolto alla famiglia e agli amici di Marco, che mi mancherà tantissimo, come mancherà a tutta la grande famiglia del Motomondiale. Ieri ho guardato il funerale di Marco in tv e avrei proprio desiderato esserci anch'io. Volevo uscire ma sfortunatamente non posso muovermi a causa dei problemi fisici che ho. So che Valentino ha parlato alla famiglia di Marco anche a nome mio e lo ringrazio tanto. E' stata una bella cerimonia, che ha celebrato nel miglior modo la vita di uno come lui. Mi sarebbe piaciuto anche essere a Valencia la prossima settimana per dare il mio supporto alla MotoGP,  ma non mi sarà possibile perché verrò operato al braccio sinistro. La parte superiore del mio omero ha una serie di fratture ma è fuoriuscita la cartilagine, l'intervento ancorerà la cartilagine al suo posto nell'osso, fortunatamente non ci sono danni ai nervi, così tornerò al 100 per cento in quattro settimane".

Share

Articoli che potrebbero interessarti