Tu sei qui

Bridgestone: ecco le nuove regole

I piloti hanno vinto: più gomme, più morbide. Problema risolto? Forse no

Moto - News: Bridgestone: ecco le nuove regole

Share


Per il Gran Premio degli Stati Uniti, in programma sul tracciato di Laguna Seca il prossimo weekend, è stato selezionato per il posteriore il pneumatico slick con mescola più morbida che incorpora una tipologia di gomma extra soft, nel continuo tentativo di migliorare le performance di riscaldamento, specialmente per le sessioni di prove libere del mattino che si disputano con temperature più fredde.

A partire dal Gran Premio della Repubblica Ceca e per le successive gare, verranno introdotti cambiamenti più significativi: Bridgestone garantirà a tutti i piloti un maggior numero di pneumatici slick per l’anteriore - tre opzioni di mescola - e rivedrà il sistema di assegnazione dei pneumatici slick per il posteriore per consentire ai piloti di selezionare un maggior numero di opzioni a seconda delle preferenze.

Il precedente regolamento consentiva due opzioni di mescola per i pneumatici slick anteriori e posteriori: un totale di otto pneumatici per l’anteriore e dieci per il posteriore per ciascun pilota a weekend. A partire dalla gara di Brno, Bridgestone preparerà tre opzioni di mescola per l’anteriore in ogni gara e garantirà a ciascun pilota nove pneumatici anteriori a weekend. Dieci pneumatici slick posteriori saranno ancora disponibili in due opzioni di mescola per weekend, ma i piloti potranno scegliere più di un’opzione di pneumatici, fino ad un massimo di sei di un’opzione di mescola e quattro di un’altra.

In Australia e a Valencia la mescola soft era già stata selezionata, quindi non è disponibile un’opzione di mescola più morbida, rendendo inutile per i piloti una terza opzione di mescola. In Malesia la configurazione del tracciato, caratterizzata da due rettilinei principali, in aggiunta alle pesanti frenate, all’elevata temperatura e alle velocità sostenute, non richiede l’introduzione di una terza mescola più morbida, perché il livello di usura dei pneumatici sarebbe troppo elevato e la stabilità insufficiente.

Il numero di pneumatici a disposizione di ciascun pilota per l’anteriore è aumentato di uno, per un totale di nove pneumatici slick per weekend, anche nelle ultime tre gare delle stagione che non richiedono l’introduzione di una terza opzione. Un ulteriore cambiamento riguarda la modalità con la quale i piloti possono scegliere le opzioni disponibili, con un massimo di tre nuovi pneumatici con mescola soft per ciascun pilota nelle sopracitate gare.Con queste modifiche nella giornata di giovedì a tutti i piloti verranno assegnati cinque pneumatici slick per l’anteriore così suddivisi: 2 opzioni di mescola più dura, 2 opzioni di mescola media e 1 terza nuova opzione più morbida specifica per le sessioni di prove libere del mattino che si disputano con temperature più basse. Dopo la seconda sessione di prove libere i piloti possono scegliere quale mescola vogliono ricevere per gli ultimi quattro pneumatici anteriori (per un totale di nove).

Le tabelle riassuntive

Gomme slick anteriori:

(* Per il Gran Premio del Giappone la scelta delle  gomme è ancora provvisoria poichè il circuito è stato riasfaltato e le analisi del nuovo manto sono ancora in corso)

Questa tabella riassume le scelte per le mescole all’anteriore disponibili per ogni pilota nel weekend di gara, il numero massimo è fissato a nove pneumatici:

Le caselle colorate indicano le cinque gomme disponibili, uguali  per tutti i piloti, il giovedì.

Gomme slick posteriori:

(*Per il Gran Premio del Giappone la scelta delle  gomme è ancora provvisoria poichè il circuito è stato riasfaltato e le analisi del nuovo manto sono ancora in corso)

Questa tabella riassume le scelte per le mescole al posteriore disponibili per ogni pilota nel weekend di gara, il numero massimo è fissato a dieci pneumatici:

Le caselle colorate indicano le otto gomme disponibili, uguali  per tutti i piloti, il giovedì.

Articoli che potrebbero interessarti