Tu sei qui

125: gara interrotta, vince Vinales

La pioggia costringe a terminare la gara al 14° giro. Dodicesimo Grotzkyj

Moto - News: 125: gara interrotta, vince Vinales

Share


La fortuna aiuta gli audaci, e anche la pioggia. Vinales può ringraziare il suo coraggio e Giove Pluvio, che gli hanno fatto conquistare la seconda vittoria della stagione. La gara è stata interrotta quando mancavano ancora otto giri alla fine e il pilota spagnolo era saldamente in testa, dopo che i suoi inseguitori avevano prudentemente alleggerito il gas dopo che le prime gocce di pioggia avevano incominciato a bagnare l’asfalto.

Maverick non era riuscito a sfruttare la seconda pole position consecutiva – il più giovane a ottenerle, sottraendo il record al connazionale Pedrosa –  a differenza del compagno di squadra Gadea, aggressivo fin dai primi giri, che riusciva a portarsi in testa lottando carena contro carena con i due alfieri del team Avant-AirAsia-Ajo Zarco e Vazquez. Al terzetto si è subito aggiunto Salom, e dopo pochi giri anche Cortese e Vinales.

Le gocce di pioggia che sono incominciate a cadere timide sull’asfalto non hanno intimorito Gadea, Cortese e Zarco che hanno cercato di staccare il gruppo degli inseguitori. Il trio è diventato un quartetto quando, dopo pochi giri, sono stati raggiunti dopo pochi giri da Vinales.

Fuga fallita a metà gara, quando si sono ricongiunti anche Salom, Kent e Vazquez. Al 12 giro la pioggia fa ancora il suo ingresso in pista, avvantaggiatndo Vinales che ha continuato a spingere prendendo un buon margine sugli inseguitori.

Al quattordicesimo giro, i commissari di pista esponevano le bandiere rosse, terminando anticipatamente la gara e incoronando Vinales vincitore. Alle sue spalle, nell’ordine, Salom, Gadea, Cortese e Zarco, mentre Folger ha approfittato dell’ottava posizione per portarsi a -27 punti in classifica dall’infortunato Terol, che non ha preso parte alla gara. Lo spagnolo del team Aspar è stato operato con successo dal dottor Mir a Barcellona e prenderà parte alla gare del Mugello.

Unico italiano a punti il “solito” Simone Grotzkyj, 12°, Morciano ha chiuso 17°, 23° e 24° Tonucci e Mauriello.

Articoli che potrebbero interessarti