Tu sei qui

Bridgestone: Montmelò circuito duro

La casa giapponese di pneumatici analizza la situazione prima del GP di Catalogna

Moto - News: Bridgestone: Montmelò circuito duro

Share


Con otto curve a destra, la maggior parte delle quali lunghe e veloci, e solo cinque curve a sinistra da percorrere a velocita? ridotta e molto meno severe per la spalla sinistra dei pneumatici, il tracciato di Montmelò comporta un’elevata sollecitazione sul lato destro del pneumatico posteriore. La spalla destra, infatti, e? sottoposta a pesanti carichi in piega soprattutto nella curva tre e nelle ultime tre curve che accrescono la temperatura di utilizzo. Al contrario, la spalla sinistra e? meno sollecitata ma deve avere lo stesso un rendimento ottimale con un range di temperature inferiori. Un altro tratto cruciale per i pneumatici e? l’ultima curva che porta al lungo rettilineo principale, in particolare per l’elevata temperatura generata nella spalla destra del pneumatico posteriore quando i piloti accelerano da meta? curva per massimizzare le velocita?.

Per l’elevata temperatura nella spalla destra, il pneumatico asimmetrico al posteriore garantira? un buon grip e feeling di guida nell’intera distanza di gara. Il pneumatico posteriore sara? disponibile con mescola media o dura, ed entrambe presentano una mescola morbida nella spalla sinistra. Sulla base del feedback ricevuto dai piloti dopo la gara dello scorso anno, le mescole per il posteriore selezionate per quest’anno sono di una gradazione piu? morbida.

La configurazione del circuito e? mediamente severa per il pneumatico anteriore, ma il carico sulla sezione centrale del pneumatico in frenata e? piu? basso proprio per la sua configurazione veloce. Bridgestone ha selezionato per l’anteriore la stessa tipologia di mescola media e dura utilizzata quest’anno sul circuito di Jerez. In caso di pioggia per la prima volta in questa stagione la

“Il circuito di Catalunya e? particolarmente tecnico con un’ampia tipologia di curve. In particolare presenta lunghe curve a destra che aumentano la temperatura di esercizio sulla spalla destra del pneumatico - ha spiegato Hirohide Hamashima, Assistente del Responsabile Sviluppo Bridgestone Motorsport - La curva tre e l’ultima sezione del tracciato generano una temperatura molto elevata del pneumatico posteriore e per questo motivo il tracciato catalano e? uno dei piu? impegnativi del calendario per il posteriore, ma abbiamo visto in passato che il nostro ritmo di gara e le performance dei pneumatici sono state buone, quindi siamo fiduciosi. Il pneumatico asimmetrico al posteriore ci consentira? di raggiungere un buon feeling di guida e un rendimento ottimale su questo tracciato. Con otto curve a destra, la maggior parte delle quali lunghe e veloci, e solo cinque curve a sinistra molto piu? lente, c’e? un significativo squilibrio al posteriore tra le temperature nella spalla destra e in quella sinistra, e abbiamo selezionato la tipologia di pneumatico asimmetrico per cercare di bilanciare i diversi carichi. Dobbiamo scegliere con attenzione le combinazioni di mescole per il pneumatico asimmetrico per garantire al pilota un consistente feeling di guida. Dopo il feedback ricevuto dai piloti nel 2010 non e? stato necessario portare quest’anno la mescola extra dura al posteriore per garantire grip e consistenza. Dopo aver analizzato attentamente i dati dello scorso anno per questa edizione abbiamo deciso di portare una tipologia di mescola con gradazione piu? morbida per il posteriore”.

Articoli che potrebbero interessarti