Tu sei qui

125 warm-up: pioviggina, e c'è Terol

Le previsioni del tempo erano esatte: cielo coperto, spuntano gli specialist

Moto - News: 125 warm-up: pioviggina, e c'è Terol

Share


E' ancora buio, quando i piloti della 125 scendono in pista per il warm-up. Fossero all'esterno del circuito, sarebbe obbligatorio accendere i fari; dentro, si gira sul passo dei due minuti, velocità di punta duecento e passa, su di un asfalto insidioso per le prime gocce di pioggia. Le previsioni del tempo sono state accurate: prevedevano acqua, ed ha cominciato a gocciolare poco dopo l'alba.

In queste condizioni, sono saliti alla ribalta gli specialisti del nord. Nomi prima mai visti nelle primissime posizioni: Ajo, per esempio. O il giovanissimo Mackenzie, debuttante scozzese. A pochi minuti dalla fine, erano loro a rendere vivaci le prime righe del tabellone. In chiusura, quando si è trattato di stringere, si sono rifatti vivi i soliti noti: Terol, Faubel, Vasquez, Cortese, prese le misure alla pista, hanno staccato giri veloci che, mentre le linee di percorrenza si asciugavano, hanno riportato i tempi attorno all' 1'58, poco più. Su tutti, Terol, che trascina il manipolo dei migliori sul passo di 1'57. Business as usual.

Articoli che potrebbero interessarti