Tu sei qui

Melandri: la s-palla di Natale

"Mi ero accorto del problema a Manila, dopo i test Superbike"



Il Natale dei piloti, quest'anno più che mai, sembra offrire loro un albero di Natale addobbato di nuove e luccicanti... spalle di Natale!

Battuta a parte, oggi si è aggiunto all'elenco delle blasonate spalle rimesse a nuovo anche quella di Marco Melandri, che è stato operato questa mattina all'Ospedale di Cattolica dal Professor Porcellini.

Quello che è successo a Marco è un fatto piuttosto strano perché, contrariamente a ciò che si pensa, il neo pilota Superbike è stato operato alla spalla destra e non a quella sinistra infortunatasi a seguito di una caduta ad Assen. La spalla sinistra infatti ora sta bene ma, in previsione della peggiore ipotesi, da allora era già stato prenotato l'intervento chirurgico per la data di oggi.

"E' successa questa cosa - ci ha spiegato Marco - quest'estate, dopo i test Superbike in Australia a Phillip Island, sono andato in vacanza al mare, nelle Filippine. Al ritorno, all'aeroporto di Manila, continuvano a cambiarci aereo e noi di conseguenza a sportarci da un terminal all'altro. A furia di caricare e scaricare le valige, credo di aver fatto ad un certo punto un movimento brusco e ho sentito male alla spalla destra, che era già stata sottoposta a due interventi tempo fa. Così, parlandone al Professor Porcellini, ho fatto alcune infiltrazioni di acido ialuronico e di anestetico per sbloccare l'articolazione ma nonostante questo non sono migliorato. Abbiamo quindi fatto una risonanza magnetica anche per capire bene quale fosse l'identità esatta del danno, visto che per i due interventi precedenti avevo già delle viti, sparse qua e là. Inizialmente pensavamo fosse solo un sovraccarico di lavoro dovuto al fatto che quest'anno di test ne abbiamo fatto tre anziché due, quindi una tendinite, invece dalla risonanza si è capito che c'era uno sfilacciamento dei tendini sovraspinoso e capolungo del bicipite".

L'intervento di questa mattina, infatti, è consistito nella pulizia dei due legamenti lesi e nel riconsolidamento della cuffia dei rotatori, già operarata in precedenza perché spesso gli "usciva la spalla", alla quale sono state aggiunte altre tre viti.

La prima gara del mondiale Superbike è tra solo due mesi, il 27 febbraio a Phillip Island, e l'obiettivo di Marco è di riprendere al più presto la forma, limitando al massimo i danni di questo infortunio.

Mentre ne approfitta per farsi coccolare ulteriormente dalla sua bella fidanzata Manuela, Marco, che verrà dimesso domani per poter trascorrere il Natale a casa, ci spiega cosa vorrebbe trovare sotto l'albero.

"Un tutore per la spalla! - scherza il pilota - In realtà ho già trovato il mio regalo sotto l'albero: la Superbike, un'esperienza nuova, tutta da scoprire e da vivere".



Articoli che potrebbero interessarti