Stoner: 25 anni e 25 pole

L'aussie non ama festeggiare il compleanno ma si è fatto un regalo: la pole

Share


Quando alla fine del turno di qualifiche si è visto un canguro attraversare il circuito saltellando per poi darsi alla macchia, chiunque ha pensato che l'australiano Casey Stoner, che qui sul tracciato di casa da tre anni fa il bello e il cattivo tempo, avesse smesso i panni di pilota di MotoGP e se ne stesse andando a casa soddisfatto della pole position che si era appena regalato per il 25° compleanno. La sua venticinquesima pole... Che combinazione!

“Mi sembra di aver sempre festeggiato il mio compleanno qui a Phillip Island - ha detto con un sorriso smagliante -  ma penso che ci siano posti peggiori di questo! In questi due giorni abbiamo trovato ogni tipo di condizione meteo possibile quindi bisogna vedere cosa ci aspetta domani e poi scegliere il set-up più adatto. Sempre che non ci aspetti una gara “flag to flag”! Finora penso che abbiamo fatto il miglior lavoro possibile, in ogni condizione. Siamo soddisfatti dell’assetto per la pioggia anche se non abbiamo mai avuto una sessione interamente bagnata, il che rende difficile “leggere” fino in fondo il comportamento della moto. In ogni caso oggi abbiamo completato due sessioni valide  facendo un bel passo in avanti questa mattina nella seconda mezz’ora e un altro nel pomeriggio, sempre nella seconda parte del turno. Con le due ultime gomme morbide di oggi il nostro tempo sul giro è migliorato in maniera sostanziale quindi per ora non possiamo che essere contenti”.

Come festeggerai il compleanno?

"Non amo particolarmente festeggiare il mio compleanno, non farò nulla di speciale. La pole mi rende felice, se vincessi a gara domani lo sarei ancora di più".

Articoli che potrebbero interessarti