Bayliss ritorna? Lo aspettiamo

I piloti della Superbike attendono la decisione dell'ex re

Share


E' la notizia del giorno quella di un possibile ritorno di Troy Bayliss alle gare di Superbike. Ed è ovvio che nel paddock non si parli quasi di altro. Abbiamo chiesto ad alcuni piloti presenti a Kyalami il loro parere in merito a questo possibile rientro: fa bene o male?


"Fa bene - ci ha detto Carlos Checa - per il Campionato e per la Ducati. E' in forma e non credo che possa fare un rientro alla Schumacher. Conosce bene il team e la moto, torna su una base che ha lasciato da poco. Inoltre non avrà alcuna pressione"


Un altro "esperto" che abbiamo interpellato è Troy Corser: "Se deve tornare deve essere veloce. Non conosco il reale motivo che lo ha spinto a lasciare ma io non tornerei. Un infortunio è sempre in agguato e la Ducati, in questo momento, non è al massimo della competitività".


Dall'altra parte del box BMW, c'è Roben Xaus: "Non capisco perché dovrebbe tornare. - ci ha detto lo spagnolo - E' tre volte campione del mondo, ha una moglie eccezionale, dei figli fantastici ed è ricco! Bisogna vedere quanto vuole compromettere questa condizioni per tornare a gareggiare. Ma noi umani spesso rimettiamo tutto in gioco. Se dovesse tornare per una gara sarebbe un problema perché è fortissimo e potrebbe crearci dei problemi, se per un campionato la cosa cambia perché non so quanto gli potrebbe pesare stare lontano da casa. Comunque è il mio idolo e sarebbe un piacere gareggiare contro di lui"


C'è, invece, chi non si sbilancia: "Non posso giudicare - ci ha detto Max Biaggi - perché non conosco la situazione della pista e la realtà dei tempi. Fare delle supposizioni su queste basi anche in merito ad un ritorno mi sembra superfluo".


Ed ora parliamo della Ducati. Il clima è decisamente teso perché la spaccatura tra i responsabili tecnici e i piloti sembra sempre più evidente. Il comunicato stampa e le dichiarazioni dopo il test sono state interpretate da qualcuno come un messaggio trasversale: la moto va, voi no! Telegrafica e con un volto molto scuro, la risposta di Michel Fabrizio: "Quando torna? Si sa già? Non penso, comunque, che quello di Troy sarebbe un ritorno alla Schumacher.  Credo che per lui sia buono se ha voglia di riprendere".


Opinioni contrastanti con indubbi risvolti umani - vedi le dichiarazioni di Xaus - che separano le prestazioni sportive dalle motivazioni umane. Ma c'è grande precauzione su una scelta così importante.


E voi cosa ne pensate? Dite la vostra su fb e votate nella home page.

 

Articoli che potrebbero interessarti