Tu sei qui

"Difficile una seconda gara USA"

Paolo Flammini prevede, invece, il ritorno in Asia della Superbike

Moto - News: "Difficile una seconda gara USA"

Share


Paolo Flammini, CEO di infront Motor Sports ha escluso a breve la possibilità di una seconda gara negli Stati Uniti nel prossimo futuro. L'ostacolo maggiore alla introduzione di un'altra prova insieme a quella di Miller, è che sono soltanto tre i circuiti omologati dalla FIM nel Nord America e cioè Laguna Seca, Indianapolis e, appunto, Miller. Sia Laguna Seca sia Indy sono però "esclusive" della MotoGP.


"A mio parere - ha aggiunto Flammini - l'America del Nord merita una seconda prova ma altri circuiti interessanti comn Road Atlanta e Road America non sono conformi agli standard di sicurezza della FIM".


Il manager romano ha, invece, ipotizzato uno sviluppo nel Pacifico, in Cina o Giappone. Anche in questo caso ci sono difficoltà di omologazione perché Suzuka non è, al momento, omologato e in Cina l'unico circuito disponibile è Shangai.


Nelle settimane scorso un manager di Infront Motor Sports si è, invece, recato a Sepang per valutare la possibilità di una gara in Malesia, forse già dal 2011.

Articoli che potrebbero interessarti