Tu sei qui

SBK:Sempre più fitto il mistero Haga

Il giapponese continua a disputare gare opache: unica eccezione, Valencia.

Moto - News: SBK:Sempre più fitto il mistero Haga

Share


Il volto impenetrabile di Noriyuki Haga non consente di capire cosa stia accadendo ad uno dei piloti più spettacolari del mondiale Superbike.


Far risalire la crisi del giapponese a quest'anno, è però un errore, perché la vera svolta c'è stata nel 2009 quando più o meno a metà stagione ha cominciato a perdere colpi. Ricordiamo che dopo Kyalami 2009, Nori aveva 85 punti di vantaggio su Fabrizio e 88 su Spies. Poi sappiamo come è andata a finire. Nei test è stato veloce, è salito sul podio a Phillip Island, poi, a parte Valencia, delusione.


Lui rifiuta il contatto con i giornalisti e questo, pur se è comprensibile dal punto di vista umano, non lo è da quello professionale, perché Haga è un pilota ufficiale della Ducati e deve affrontare le situazioni nel bene e nel male.


Si sapeva già da prima che il giapponese avesse un carattere particolare ma la Ducati gli aveva offerto la possibilità di centrare quell'obiettivo che più volte aveva fallito con la Yamaha.


Ed oggi con il miglioramento netto delle prestazioni di Fabrizio, Nori non ha più alibi: davanti a lui in gara 1 sono arrivate cinque Ducati e in gara 2 tre.

{loadposition adsense}

Articoli che potrebbero interessarti