Tu sei qui

Moto2: Simon promuove la Suter

Pochi giri per Julian e Di Meglio ad Albacete causa pioggia. I test proseguono

Moto - News: Moto2: Simon promuove la Suter

Share


Albacete è stato il primo banco di prova per il Team Aspar con le Suter MMX. Il team iberico al completo si è trasferito sul circuito teatro dell'ultima prova del CEV, per prendere confidenza con le moto che verranno usate a partire dal Gp di Francia.

Julina Simon e Mike di Meglio sono arrivati ai box alle 10.00 ma hanno potuto girare poco. Nella prima parte della mattina, come è normale quando si ha una nuova moto da corsa, tecnici e piloti si sono concentrati sulla messa a punto generale e sulla posizione di manubri, leve e pedane.

Solo alle 12.30, Simon è potuto scendere in pista, rientrando subito prima di finire un giro a causa dell'arrivo di un temporale. Tutti e due i piloti hanno comunque potuto provare le Suter circa all'una del pomeriggio, ma i giri, prima dell'arrivo di un nuovo scroscio di pioggia non sono stati molti, solo 8 per Simon e 6 per Di Meglio.

"Sono molto contente di questa prova - ha detto Simon - perchè è stata programmata prima del Gp di Francia. E' importante conoscere la moto per arrivare preparati alla gara. Nonostante non abbia girato molto, solo 8 giri, la sensazione è stata positiva. Speriamo di avere delle condizioni meteo migliori per domani, così potremo girare di più".

Soddisfazione anche per Mike di Meglio, anche lui costretto a soli 6 giri dal tempo inclemente.

"Per me oggi era la prima volta sul circuito di Albacete. Mi sembra una bella pista, peccato aver fatto solo sei giri per colpa della pioggia. Anche se ancora ho molto da scoprire, mi sembra che questa moto sia leggera e facile da guidare. Mi rendo conto di non poter fare paragoni, ma il mio primo giudizio è positivo".

Sorride anche Jorge Aspar Martinez dopo la prima presa di contatto con le Suter da parte dei suoi piloti.

"Francamente, ne Julian ne Mike sono riusciti a lavorare molto oggi. In ogni caso mi sembrano entrambi soddisfatti di questa prima giornata di prove ad Albacete. Sebbene non abbiano potuto girare molto per colpa del tempo hanno comunque avuto modo di conoscere le moto, domani continueremo a lavorare per ottenere delle informazioni utili per la gara di Le Mans".

La soddisfazione del team Aspar deve essere alle stelle. Deve, perchè ormai la scelta è stata fatta e non si può tornare indietro, ne davanti ai precedenti fornitori, ma soprattutto per non dare segnali di disordine agli sponsor.

La questione in questo cambio di moto rimane sempre la stessa. La RSV sarà anche stata una moto pesante, ma non si può dire che non è competitiva. Nell'ultima gara Simon ha lottato ad armi pari con gli altri concorrenti sul cicuito di Jerez, prima ha fatto due secondi tempi in qualifica. Ora il pilota spagnolo è soddisfatto della moto, allo stesso modo e più o meno compiendo gli stessi giri, lo era anche della RSV nei test freddi e piovosi di Valencia. Delle due l'una; o Simon non è un bravo collaudatore o non è in grado di dare una mano al team per scegliere il migliore materiale tecnico.

Ora mancano solo 15 gare alla fine della stagione della Moto2, facendo una media, non ci sono così tanti costruttori da cambiare da qui alla fine dell'anno.

Articoli che potrebbero interessarti