Tu sei qui

Aspar: "RSV addio, passiamo a Suter"

Un comunicato annuncia il cambio di fornitore. Il motivo, ritardi nello sviluppo

Moto - News: Aspar: "RSV addio, passiamo a Suter"

Share


Alla fine è arrivato il comunicato ufficiale di Aspar a chiudere la questione e le discussioni sul cambio di telaio in Moto2. Dopo quasi due settimane di voci, che GPone aveva raccolto per prima (leggi la news), una nota della squadra svela in parte il motivo di questo, a nostro avviso avventato cambio in corsa.

"La RSV - afferma Aspar nella nota - è una moto competitiva, ma la Mapfre Aspar Team ha due campioni del mondo nel box che non possono impiegare il tempo per lo sviluppo durante la stagione. Gli sponsor e la squadra stessa sono in cerca di una sfida per la vittoria fin dall'inizio della stagione e così abbiamo deciso di passare a Suter, che ha goduto di contrastanti livelli di successo e attualmente è già alla guida della classifica della Moto2. Riteniamo che sia la scelta giusta per noi che puntiamo al titolo, a partire nella prossima gara. Il rapporto con la RSV è eccellente, ma abbiamo la responsabilità di fare tutto il possibile per avere il materiale più competitivi e per questo motivo abbiamo deciso di fare il cambio adesso".

La scorsa settimana, dunque, non avevamo sbagliato la diagnosi. Aspar voleva e ha ottenuto la Suter, che domani, con molta probabilità, i suoi piloti andranno a provare a Cartagena. Il problema adesso è di Salvatore Giorlandino, di cui abbiamo anche ospitato una smentita alle insistenti voci di volontà di cambio fornitore del telaio da parte di Aspar, e della RSV Motor. I ragazzi di Roma, che avevano conquistato Julian Simon nei test di Valencia dello scorso anno, ora hanno il problema di aver perso uno dei migliori team (se non il migliore) dal punto di vista della disponibilità economica. Lo sviluppo della moto andrà avanti, ne siamo sicuri, anche perchè la voglia di far vedere che il progetto italiano è competitivo è molto. Ma mentre la RSV dovrà crescere con una sola moto nello schieramento,  quella di Abraham, ora Aspar si immette nel grandissimo bacino dei clienti Suter, che adesso sono 13 sullo schieramento.

Prima di fare il cambio, certamente, la squadra iberica avrà fatto tutte le pressioni del caso per essere trattata bene dalla factory svizzera, ma adesso chi si prende Aspar sa anche che non bisognerà fare arrabbiare Simon...

Articoli che potrebbero interessarti