CASO QUARTARARO Perché un comunicato FIM senza nomi è inammissibile

E' un grave esempio di scorrettezza informativa che alimenta speculazioni invece di eliminarle. Sarebbe stato più utile un comunicato interno destinato ai team, ma alla FIM di diritto non sanno nulla


La FIM non si smentisce mai. L’ultimo comunicato sulla presunta irregolarità di alcune moto usate durante test privati dal alcuni piloti (non citati) ne è l’esempio. Parliamo, nel dettaglio, dell'artt. 11.5.1. C i) ii) (in fondo alll'articolo N.d.R.)

Non fare nomi e cognomi, come prima cosa, ci sembra un grave esempio di scorrettezza informativa ed ha più a che fare con la delazione che con un comunicato con il quale - in linea teorica - si dovrebbero appunto evitare speculazioni da parte della stampa. Come quelle che, in questo momento, vedono coinvolto Fabio Quartararo.

Anche non indicare nel dettaglio del caso le eventuali parti sostituite e non permesse ci sembra borderline, anche se possiamo pensare che, in seguito alla denuncia presentata (da chissachì, anche qui non si capisce perché la FIM non debba dirlo) i Commissari FIM a Jerez possano volere accertare che effettualmente l’irregolarità sia stata commessa.

Il tutto, ovviamente, ancora più incomprensibile visto che probabilmente si tratterà di una tempesta in un bicchier d’acqua.

Dunque l’unica domanda lecita è: perché fare un comunicato stilato in questo modo? Si voleva dire qualcosa alla suocera perché nuora intenda?

Se così fosse sarebbe stato più utile un comunicato interno destinato ai team, anche se è noto come molto spesso queste informazioni riservate vengano poi rese pubbliche grazie alle investigazioni del buon giornalismo.

Ma in questo caso, perlomeno, non si fa la figura di incompetenti mandando in giro comunicati che non comunicano un bel nulla ma, anzi, danno adito a mille dubbi ed interpretazioni.

Purtroppo, e lo scriviamo con profondo rammarico, è da secoli che ci aspettiamo un risveglio della FIM dal lato della trasparenza e della comunicazione. Ma, ahinoi, questa istituzione ormai non dà più segni di vita per pensare che possa essere recuperata.

RIP.

Articoli che potrebbero interessarti