SBK, Rea e la nuova Kawasaki a un secondo dal record di Portimao

Johnny chiude in anticipo i test in terra portoghese, ma sorprende tutti sfoggiando una novità legata alla sella della nuova ZX-10RR

Share


1’41”472: si chiude così il test di Portimao per Johnny Rea, che a causa delle avverse previsioni meteo per domani, ha deciso in anticipo che non scenderà in pista. Pertanto, l’unica giornata valida, è quella odierna, dove il Cannibale ha potuto provare alcune evoluzioni portate in pista dalla Casa.

Ecco quindi il suo bilancio del giovedì: “Mi sentivo bene con la moto e sono stato da subito abbastanza veloce – ha commentato – devo tra l’altro dire che il nuovo asfalto mi ha offerto delle ottime sensazioni. In questa giornata ho avuto modo di lavorare sull’assetto, i rapporti del cambio e le marce, trovando delle strategie elettroniche per gestire la potenza. Mi sento abbastanza a mio agio ora e siamo stati in grado di ottenere tempi sul giro molto buoni”.

Rea ha girato a un secondo da quello che è il record di Portimao, siglato da lui stesso nel 2019. Ovvio che siamo in due periodi dell'anno completamente diversi tra loro, dato che solitamente la gara si disputa in estate.  L’attenzione del pilota torna però sulla moto: “Aspettavamo un’ultima componente della sella e questa novità mi ha consentito di avere un maggiore comfort, garantendomi delle buone sensazioni - ha svelato - abbiamo inoltre svolto alcune comparative e i riscontri sono interessanti. Adesso chiudiamo le valigie e ci vediamo al prossimo test".

Come ben sappiamo, non è sceso in pista Lowes, out per l'infortunio alla clavicola. Era invece presente Isaac Vinales con la Kawasaki SBK del team Orelac, mentre con le SSP c'erano De Rosa e Taccini.

Articoli che potrebbero interessarti