MotoGP, Savadori: "Darò il massimo in Aprilia per Fausto Gresini"

Tutta la squadra in pista a Losail per la presentazione della nuova RS-GP 2021. Espargarò: "Quest'anno forma fisica e mentale dovranno essere sempre al massimo"

Share


Sulla campanella, visto che già da domani inizieranno i primi test MotoGP della stagione, anche Aprilia ha presentato la sua moto per il 2021. La nuova RS-GP è stata svelata direttamente dal Qatar, sulla pista di Losail, con tutta la squadra a fare da contorno alle moto e ai piloti. Una dimostrazione di compattezza, che Aprilia aveva già dato in occasione della sentenza di condanna ad Andrea Iannone, e di vicinanza dopo la scomparsa di Fausto Gresini. 

Proprio in onore di Fausto sono state le prime immagini della presentazione, un saluto da parte di Aprilia che poi si è concretizzato anche nelle parole dei piloti e dei "piani alti" della squadra.
Tra questi, certamente, c'è stato il ricordo di Massimo Rivola, che ha anche analizzato la stagione che verrà e gli obiettivi della squadra per il 2021.  
"Fausto è stato in Aprilia fin dall’inizio di questo progetto - ha detto Massimo Rivola - Useremo i suoi trucchi per andare più forte in pista e renderlo orgoglioso. In questa prima fase del campionato non vogliamo guardare agli altri ma solo a noi stessi, consolidando il nostro trend indubbiamente positivo. Ad Aleix spetta un compito molto importante, guidare la squadra e non farsi tradire dalla frenesia del risultato ad effetto. La costanza e il lavoro gli regaleranno le soddisfazioni che merita. Lorenzo dovrà crescere e imparare tanto, a partire dai circuiti. Un talent scout straordinario come Fausto credeva molto in lui, sono sicuro che darà il massimo per ripagare la fiducia. Il team è solido, ambizioso e realista. Tutti sanno che solo mantenendo la rotta è possibile continuare a crescere, portando Aprilia a lottare per le posizioni che contano, anche in MotoGP".

Savadori: "Lo scorso anno è stato una base"

Particolarmente emozionato Lorenzo Savadori che, grazie anche a Fausto Gresini, è passato in poco più di un anno dall'essere un pilota di SBK senza sella a titolare in MotoGP. Per Lorenzo, dopo le gare nel finale del 2020, si apre una possibilità clamorosa, dovrà sfruttarla al meglio per riuscire a rimanere in top class. 
"Sono davvero contento di essere qui - ha detto - Ringrazio Aprilia per questa opportunità, ho lavorato davvero molto durante l'inverno per arrivare pronto. Ovviamente voglio anche ringraziare Fausto Gresini per aver creduto in me, spero di poter fare il massimo per lui e renderlo orgoglioso, era il mio manager ma anche il mio punto di riferimento. I test e le gare dello scorso anno mi hanno permesso di iniziare a costruire la fiducia con questa moto e con questi pneumatici, ma è solo una base di partenza con molto margine di miglioramento. Cercherò di trasformare il dolore generato dalla scomparsa di Fausto, in energia positiva. La sua determinazione e i suoi insegnamenti mi accompagneranno in questa nuova fase della mia carriera". 

Espargarò: "Aprilia ha lavorato sodo durante l'inverno"

Per un pilota alla sua prima esperienza da titolare in MotoGP, ce n'è uno che di chilometri in top class ne ha macinati davvero molti: Aleix Espargarò. Lo spagnolo è alla sua dodicesima stagione nella categoria, la quinta con Aprilia. Con tutta questa esperienza e con le novità della RS-GP, fin dove si può arrivare?
"Può sembrare banale ma sono sempre emozionato all'inizio di una nuova stagione - ha detto - Sto per iniziare la mia quinta con Aprilia, un team che è ormai una seconda famiglia. Infatti non vedo l'ora di tornare a lavorare con loro. Il primo contatto con la nuova RS-GP è stato positivo, i ragazzi hanno lavorato sodo durante l'inverno ma la strada è ancora lunga. Ci aspetta un campionato impegnativo, fitto di impegni, dove forma fisica e mentale dovranno essere sempre ai massimi livelli. Sono più pronto che mai".

Proprio sul miglioramento tecnico di Aprilia è intervenuto Romano Albesiano nel corso della presentazione. 
"Grazie al lavoro di questo inverno e al grande sforzo del reparto corse, sappiamo di aver fatto un grosso passo avanti che è ora atteso dal confronto con i rivali. La nostra crescita è chiara e questo regala fiducia all'ambiente, i nostri ingegneri hanno portato in pista una ulteriore evoluzione di un progetto che ha un grande potenziale ancora da esprimere. Siamo intervenuti su tutti gli aspetti: da quelli visibili, come la nuova aerodinamica o il forcellone in carbonio, ad interventi profondi su ciclistica, motore ed elettronica. Il pacchetto che porteremo in pista nella fase iniziale della stagione verrà poi ulteriormente sviluppato secondo un programma di lavoro sostanzialmente già definito".

Articoli che potrebbero interessarti