MotoGP, L'ultimo abbraccio a Gresini, Capirossi: "nella vita difficile trovare amici così"

Loris con la voce rotta dal pianto ha ricordato la lunga amicizia con Fausto. La moglie Nadia: "porteremo avanti i tuoi progetti e dimostreremo al mondo chi è la Gresini Racing"

Share


Loris Capirossi, con la voce rotta dal pianto, ha ricordato la lunga amicizia con Fausto nella diretta streaming su Facebook.

"Fausto è stato moltissimo per me, ma la cosa più importante è che è un grande amico e lo sarà per tutta la vita - ha detto - Insieme abbiamo passato momenti bellissimi, primo mondiale lo devo anche all’aiuto di Fausto, All’epoca eravamo compagni di squadra, da lì il nostro rapporto è diventato ancora più forte. Questi momenti uno non vorrebbe mai viverli. Era una persona vulcanica, non si fermava mai, aveva sempre il sorriso stampato in vita. Pensare che non potrò più abbracciarlo, scherzare con lui, mi distrugge. Però voglio ricordarlo com’era, come un grande amico, una persona che c’era sempre quando avevi bisogno e vi assicuro che non è facile trovare persone importati e grandi amici lungo il percorso della vita".

"Non so come vivere questo momento, penso con tutto il cuore alla sua famiglia - ha continuato - Posso solo dire che mi mancherà tantissimo. Vedere Fausto lì, la sua moto, la sua tuta è veramente qualcosa di triste, avrei voluto abbracciarlo ancora, ma lo abbraccio con il cuore. Sono sicuro che lui ci sta guardando e mancheremo tantissimo a lui come lui mancherà a noi".

Sergio, un amico di famiglia, ha poi letto una lettere scritta dalla moglie Nadia:  "Ciao amore, hai vissuto gli ultimi 2 mesi in un inferno, ma non hai mai mollato e hai lottato con tutte le tue forze per tornare a casa da noi, perché ci dicevi che noi eravamo la tua forza. Con te ha lottato anche il primario dell’ospedale, il dottor Nicola Cilloni, che ce l’ha messa tutta senza mai mollare per farti tornare a casa, da noi. La tua grande forza, il tuo grande amore, ci accompagneranno per tutta la vita. Hai dato tanto a questo mondo e sopratutto hai insegnato tanto a me e ai nostri meravigliosi figli. Porteremo avanti i tuoi progetti proprio come avresti voluto tu, niente sarà più lo stesso senza di te ma cercheremo di non deluderti. Ti amiamo e ti ameremo per sempre e ci mancherai da morire, ma so che ci sarai sempre accanto e che ci guiderai e ci darai la forza per affrontare ogni. Noi resteremo in pista e dimostreremo al mondo chi è la Gresini Racing".

Il figlio Lorenzo ha voluto dire per un ultima volta 'ciao' a suo padre: "ci tenevo tanto a salutare il mio babbo. Ciao babbone sarei sempre il nostro tesoro più grande, è impossibile esprimere a parole l’essenza della persona che sei sempre stato, un uomo vero con le palle e che aveva sempre una soluzione per ogni problema. Sei il motore di questa famiglia che tanto desiderava riabbracciarti e festeggiare con te un’altra vittoria. Mi manchi ogni volta che ti penso, mi hai supportato in ogni mia decisione anche se non sempre era giusta. Mi hai amato come un padre ama un figlio e io ti ho amato come un figlio ama un padre. Buon viaggio babbone".

Articoli che potrebbero interessarti