MotoGP, Ecco la nuova Honda LCR di Alex Marquez

TUTTE LE FOTO - Presentata la nuova livrea per il pilota spagnolo: "E' davvero bellissima, ma quello che contano sono i risultati". Cecchinello:"Possiamo vincere"

Share


E' stata presentata oggi la nuova Honda di Alex Marquez. Il pilota spagnolo, dopo un solo anno in classe regina, è passato dal team ufficiale Honda HRC a quello satellite di Lucio Cecchinello. Dopo i due podi del 2020 il minore dei fratelli Marquez cercherà di completare il proprio apprendistato per poter puntare nuovamente al team ufficiale.

"La nuova livrea è davvero incredibile - ha detto Alex Marquez - la moto è proprio bella. Ci sono dei colori davvero speciali, storici per HRC. Quello che conta veramente, però, sono i risultati e io spero di fare bene".

Durante la presentazione, Alex Marquez ha anche risposto ad alcune domande dai social media e di Simon Crafar, presentatore dell'evento. Quando eri bambino sognavi di diventare un pilota di MotoGP?

"Quando sei un bambino non pensi a diventare un professionsta, lo si capisce più avanti perchè all'inizio è solo un gioco. Quando tutto diventa più serio, già nei campionati spagnoli, allora si inizia a capire e quando si approda al mondiale è chiaro che questa può essere la tua professione. Vincere un titolo mondiale non era un mio sogno da bambino, era una cosa troppo grossa, non me lo sarei potuto immaginare. Malesia 2019 e Valencia 2014 sono momenti che non dimenticherò mai". 

Hai vissuto dei momenti difficili durante la stagione passata, quanto è stato complicato gestirli e come hai cambiato il tuo stile e approccio in MotoGP?

"Le moto sono dure, fanno parte del lavoro monenti duri quando le cose non vanno bene o quando hai delle cadute. Questi momenti però portano a podi e vittorie che sono dei bei momenti. Ho cambiato il mio stile, da Moto2 a MotoGP cambia molto la potenza e il fatto che ci sia la parte elettronica. Dalla Moto3 alla Moto2 senti un cambiamento ma da Moto2 a MotoGP è come un muro. In squadra ci sono persone che possono insegnarmi davvero molto, non vedo l'ora di iniziare a lavorare con loro". 

Cosa ti aspetti da questa nuova stagione?

"Sicuramente sono molto più preparato ad una stagione in MotoGP rispetto a 12 mesi fa. Questo inverno ho lavorato e mi sono concentrato su specifiche aree, ho le idee più chiare rispetto al mio debutto. L'obiettivo per la stagione è chiaro. Devo migliorare come pilota ma devo anche ripetere i risultati dello scorso anno ed essere più costante". 

Lucio Cecchinello: "Abbiamo tutto per vincere delle gare"

Nel corso della presentazione è intervenuto anche Lucio Cecchinello, team principal di una squadra che dal 1996 ha vinto 24 gare e ottenuto 24 podi e che quest'anno proverà a far aumentare il proprio bottino con Alex Marquez.

"Prima di tutto voglio ringraziare tutte le persone che hanno lavorato in LCR per raggiungere tutti i risultati che abbiamo ottenuto. Abbiamo tutti gli ingredienti per vincere le gare: il nostro pilota è forte, abbiamo un buon pacchetto tecnico, una moto factory e tutto il supporto da parte di Honda". 

Lucio Cecchinello è nel paddock da molti anni, come è cambiata la top class dal punto di vista della sicurezza?

"Dorna ha fatto un gran lavoro, sopratutto dal punto di vista della sicurezza grazie a Capirossi e Uncini. Questo lavoro è stato fatto sfruttando le nuove tecnologie, granzie al controllo di trazione abbiamo sviluppato moto più sicure". 

 

Articoli che potrebbero interessarti