SBK, Addio ad Aldeo Presciutti, veloce e simpatico romano della Superbike

Se ne è andato per un infarto. Aveva corso con le derivate, in Superbike e persino con una Roc-Yamaha nel 1993 partecipando come wildcard al GP di Misano

Share


Se ne è andato all’improvviso, Aldeo Presciutti: a portarselo via non una delle sue funamboliche pieghe, ma un infarto. L’ennesimo colpo di sfortuna per questo simpatico pilota romano - viveva a Monterosi - fra i più veloci ‘Vallelungari’.

Aldeo aveva corso nel mondiale Superbike per sei stagioni, dal 1989 al 1995, non facendosi mancare nemmeno una wildcard nel mondiale classe 500, nel 1993, a Misano, con una Roc-Yamaha. Cadde all’11° giro di quel Gran Premio che fu fatale per Wayne Rainey. Un destino, quello del pluriiridato, che finì su una carrozzina per la caduta della gara vinta poi da Luca Cadalora, che inseguì anche Aldeo, che anni più tardi fu vittima di un incidente automobilistico.

Nel 1990 era arrivato quinto nel campionato italiano classe Open alle spalle di Pierfrancesco Chili, Marco Papa, Baldassarre Monti e Fred Merel. L’anno dopo si era piazzato terzo, dietro a Marco Papa e Fabrizio Pirovano, e nel 1992 aveva confermato la top 5 dietro a Marco Papa, Davide Tardozzi, Gastone Grassetti e Stefano Caracchi.

Agli amici ed ai familiari le condoglianze di GPOne.com

Articoli che potrebbero interessarti