MotoGP, Alex Rins: "Se Marquez rientrerà alla prima gara darà uno scossone"

"Probabilmente sarà una stagione strana, con cancellazioni e cambiamenti. Sarà strano arrivare alle gare e non vedere Davide Brivio"

Share


Manca più di un mese prima che Alex Rins in sella alla sua Suzuki GSX-RR, ma il pilota spagnolo non sta rimanendo con le mani in mano. Il pilota spagnolo ha fatto del circuito di Portimao il suo campo base e si sta allenando con ogni mezzo, a due e quattro ruote.

Ha però trovato il tempo di mettersi davanti al computer e scrivere sul suo blog, per raccontare come sta passando l’inverno e parlare della nuova stagione.

Vi lasciamo alle sue parole.

"Ciao ragazzi! Sono a Portimao in questo momento a passare un po' di tempo in pista con la GSX-R e sta andando bene, sono particolarmente felice perché non ho preso il virus e sono contento perché può essere abbastanza pericoloso”.

"Sto rimanendo al sicuro e aspetto i primi test e le prime gare della stagione. È stato un peccato non essere potuti andare in Malesia a provare, ero super emozionato di girare lì perché non ci siamo andati nel 2020 e mi piace molto il circuito di Sepang. Nella situazione attuale significa solo che non è possibile. L'anno scorso siamo stati molto attenti in tutte le gare ed è triste non avere i tifosi in tribuna che ci spingono e avere il paddock così tranquillo, ma sembra che questo sia l'unico modo per mantenere basso il livello di rischio”.

"Non sappiamo esattamente come sarà la stagione e probabilmente ci saranno cancellazioni e cambiamenti di programma per stare al passo con l’evoluzione della situazione nel mondo. Ma sono davvero entusiasta di partire, anche se sarà un'altra stagione strana, e darò il massimo per ottenere i migliori risultati. C'è sempre spazio per migliorare nonostante la nostra moto e la squadra siano ad un livello molto alto dopo tanto duro lavoro, la nostra GSX-RR è molto ben bilanciata quindi mi sento fiducioso”.

"Sarà un po' strano arrivare alle gare e non vedere Davide, perché è stato il manager da quando sono in Suzuki e anche perché ho un buon rapporto con lui. È stato uno shock, ma capisco la sua decisione e gli auguro buona fortuna! Non vedo l'ora di vederlo in qualche gara come ospite, abbiamo avuto molti momenti divertenti nel corso degli anni e mi ha sempre dato buoni consigli. Comunque, la nostra squadra è molto forte e possiamo avere una stagione di grande successo, ne sono sicuro”.

"Da parte mia, sto dando il 100% in palestra, sulla pista da motocross, facendo allenamento cardio, un po' di tutto. La guarigione della mia spalla è stata davvero buona e questo è un sollievo, è stata stabile durante il mio allenamento quest'inverno; prima era un po' sbilanciata ma ora mi sento molto meglio”.

"Penso che quest'anno in gara saremmo tutti molto vicini! Il mio compagno di squadra e gli altri miei rivali saranno molto forti, l'anno scorso abbiamo visto un sacco di vincitori diversi e tutti erano abbastanza vicini come punti fino alla fine, quindi la costanza sarà importante come sempre e penso che potrebbe essere una stagione molto emozionante. Joan, naturalmente, sarà molto competitivo perché ha vinto il titolo l'anno scorso. E se Marc Marquez sarà in grado di tornare all'inizio dell'anno, anche questo smuoverà le cose. Sto cercando di salire di un altro livello, il mio piano per il 2021 è quello di costruire partendo dai successi che ho avuto l'anno scorso".

"Mi sono allenato molto con la moto di serie, con la moto da cross, anche con un go-kart, per cercare di essere 'pronto per correre” ed è stato bello, ma alla fine non c'è niente di meglio che saltare sulla mia MotoGP e andare a tavoletta a 330km/h! Non vedo l'ora!”.

“Spero di vedervi tutti presto!”.

Articoli che potrebbero interessarti