Il calendario MotoGP perde i pezzi: niente Thailandia nel 2021

Manca solo l'ufficialità, ma il round di Buriram, previsto per ottobre, non verrà disputato a causa della Pandermia, se ne riparlerà infatti nel 2022

Share


Niente Thailandia, proprio così. Al momento ancora non c’è l’ufficialità, ma il GP di Buriram quest’anno non si farà. In attesa di una comunicazione da parte degli Organizzatori e Dorna, la tappa asiatica è stata tolta dal calendario a seguito della diffusione della Pandemia che non garantisce sicurezze per lo svolgimento del weekend motociclistico.

A darne notizia è il "Bangkok Post", il quale svela che l’accordo su base quinquennale tra Dorna e le Autorità locali è stato posticipato dal 2022 fino al 2026 e non dal 2021 al 2025 come inizialmente previsto.

Si parla di una cifra attorno ai 250 milioni di euro come svelato da Traisuree Taisaranakul, vice presidente della Government House. Ricordiamo che quest’anno il GP si sarebbe disputato il 10 ottobre e rientrava in uno degli appuntamenti della quadrupla di fine stagione assieme a Giappone, Malesia e Australia.

Le uniche due edizioni disputate ad oggi dal GP sono state vinte in top class da Marc  Marquez.   

Articoli che potrebbero interessarti