SBK, Superbike: arriva il long lap penalty, ma non su tutte le piste

Ecco tutte le novità regolamentari per la prossima stagione, che vedranno tra l'altro la SuperSport300 scendere in pista in un turno unico, senza più avere i gruppi

Share


La Superbike affila le armi per la prossima stagione e allora non mancano le novità. Proprio in questo ore, l'Organizzatore ha diramato un comunicato stampa con tutti  i cambiamenti per il 2021 disposti da Dorna e FIM. Il primo punto riguarda il format del programma, che vedrà in alcuni round ben quattro categorie in azione con l’innesto della nuova Yamaha R3 bLU cRU European Cup.

Per quanto riguarda la SSP300, invece, la novità rispetto alle precedenti stagioni è che i piloti non saranno più divisi in due gruppi ma scenderanno in pista tutti insieme.

Regolamento Sportivo - In vigore dalla stagione 2021

Restrizioni alle Prove e ai Test

Le restrizioni alle prove e ai test sono state riviste principalmente per chiarire quale tipologie di moto stradali sono consentite ai fini dell’allenamento. L’obiettivo consiste nell’evitare allenamenti e dimestichezza con moto da corsa.

Programma della stagione 2021

Non vedremo più due gruppi in pista nelle qualifiche del WorldSSP300 ma uno soltanto.

Long Lap Penalty

I Long Lap Penalty hanno dimostrato la loro efficacia nel corso dei Gran Premi ed entreranno anche nel novero delle sanzioni nel FIM WSBK. Il Long Lap Penalty però potrebbe non essere disposto su tutti i circuiti: dipenderà dalla conformazione delle piste. Inoltre sarà l’Ispettore FIM/ Responsabile della Sicurezza a decidere su quali piste sarà applicabile il Long Lap Penalty. 

Bandiere gialle

I piloti che vedono esposta la bandiera gialla dovranno rallentare a sicurezza dei piloti coinvolti in cadute e dei commissari che intervengono. Ai piloti che nel corso delle qualifiche vedranno comparire la bandiera gialla verrà cancellato il tempo sul giro. I piloti non potranno migliorare il proprio tempo in regime di bandiera gialla, quindi non ci sarà alcun motivo per NON rallentare.

Introduzione di pannelli a Led e conseguenze legate alla doppia esposizione di bandiere

Nell’ultimo incontro della FIM Circuit Racing Commission è stato annunciato l’utilizzo obbligatorio nel 2023 dei pannelli a LED in SBK e nell’EWC (dal 2022 nel caso dei Gran Premi). È emerso che sarà impossibile combinare le informazioni comunicate attualmente dalle due bandiere nel caso di cambiamenti in termini di grip per ragioni di visibilità dei pannelli a LED. È stato deciso inoltre di non esporre insieme le bandiere che segnalano ‘presenza di pioggia’ ‘e cambiamenti di aderenza’.

Depositi cauzionali per ricorsi e appelli

Lo scopo e la presentazione di ricorsi e appelli sono stati chiariti. Qualsiasi persona od organizzazione che presenta ricorso o appello avrà sempre garantita la restituzione del deposito cauzionale in caso di accoglimento del ricorso o dell’appello. Non sarà più possibile per un pilota o per un team presentare una garanzia bancaria invece di un deposito cauzionale. (Nota: Al momento le sanzioni e i depositi cauzionali sono destinati a un fondo amministrato dalla FIM per un eventuale utilizzo per buona causa).

Presenza dell’elicottero in circuito

Eccetto quando è presente un ospedale riconosciuto dalla FIM per la gestione di traumi significativi con un accordo che prevede che i piloti infortunati siano trasportati dal circuito all’ospedale con mezzo stradale in via urgente entro massimo 20 minuti: potrebbe non essere necessario un elicottero in caso di adeguati veicoli di tipo B a disposizione.

Una videoriunione è in programma a breve per chiarire il Regolamento Tecnico. Saranno comunicate ai mezzi di informazione anche le decisioni più importanti.

Articoli che potrebbero interessarti