Yamaha: per il 2021 gamma MT profondamente rinnovata, a cominciare dal nuovo CP3

Grandi novità per le medie della gamma MT: nuova estetica per la MT-07, idem per la MT-09 ma cambiano anche il motore, il telaio e arriva l'elettronica top level. 

Iscriviti al nostro canale YouTube

Share


di Aldo Ballerini

La gamma MT spazia dall'entry MT-125 alla MT-10, naked grintose per iniziare ad amare la moto (125) e completare una carriera per gradi ma sempre con grandi emozioni.

Per il 2021 la MT-09 (qui tutti i dettagli) è stata oggetto delle maggiori modifiche, cambiano infatti il motore, il telaio e, ovviamente, anche l'estetica. Il tre cilindri in linea con la nota achitettura CP3, sale di cilindrata, arriva a 889 cc e aumentano anche la potenza (+4 CV) e la coppia, a tutti i regimi; ci sono quick shift, con nuove funzioni di innesto e scalata e la frizione perfezionata.

Sono nuovi anche il telaio Deltabox, il forcellone in alluminio, le ruote ultra-leggere SpinForged a 10 razze; restano le sospensioni KYB ma con un nuovo setting. Il peso scende di 4 kg e la MT-09 è la naked più leggera della categoria: il peso in ordine di marcia è inferiore a 189 kg. Cambia decisamente lo stile, con gruppi ottici full Led, e nuove cover del serbatoio e nuovi convogliatori.

Arriva ancor più tecnologia: c'è la nuova IMU a 6 assi che permette una gestione molto più evoluta delle funzioni elettroniche: controllo di trazione, di impennata, di shift e c'è il cornering ABS. Il tutto si controlla con il nuovo cruscotto TFT a colori.

È disponibile anche nella versione SP con: livrea ispirata alla YZF-R1M; cruise control; forcella KYB regolabile anche alle alte e basse velocità; ammortizzatore Öhlins; sella con cuciture doppie; forcellone in alluminio spazzolato; leve e manubrio neri anodizzati; corona in tinta nera; serbatoi del liquido freni anteriori e posteriori fumé trasparenti

MT-07

Grande salto estetico per la media di casa (eccone i dettagli), in stile con quanto visto per la MT-09: nuovi convogliatori, nuove cover del serbatoio, nuovo faro anteriore a LED. Meno modifiche sotto il vestito: resta l'ottimo CP2, bicilindrico da 690 cc, ora EU5 con nuova mappatura. È stato potenziato l'impianto frenante (Nuovo doppio disco a margherita da 298 mm), ci sono un manubrio conico più ampio, la sella più bassa, una nuova strumentazione Lcd e nuove frecce a LED. Da gennaio a 6.999 euro fc.

Tracer 9

La Tracer 9 (eccola in un articolo dedicato) nasce dalla base della MT-09 e quindi eredita tutte le novità della nuda. In più ha il cupolino, è predisposta per montare le valigie, ha la sella più comoda e la possibilità di cucirsela addosso regolando la sella, le pedane e il manubrio.  Cambia anche strumentazione, il cruscotto è diviso in due e la parte a destra è programmabile (si sceglie cosa leggere). Listino a 11.199 euro fc.

La Tracer 9 si può preparare per i viaggi, ma se si è intenzionati compiere questo passo allora è molto meglio scegliere la Tracer 9 GT. Non solo perché ha già le borse, il cruise control, i fanali cornering, ma perché ha le sospensioni elettroniche: un altro mondo. Sì, il prezzo sale un po' ma ne vale la pena: 13.599 euro fc.

Share

Articoli che potrebbero interessarti