Lombardia: oggi, 13 dicembre è "Zona Gialla". Cosa si può e cosa non si può fare

Via libera all'uscita dal proprio Comune e dalla propria Regione. Bar e ristoranti aperti, ma fino alle 18.00

Share


In Lombardia "è festa". Una sorta di "smilibertà" per i cittadini, poiché da oggi, 13 dicembre 2020, la Regione è diventata Zona Gialla. Una vera e propria boccata di ossigeno per i lombardi che da settimane sono praticamente quasi costretti nelle loro case. Ossigeno, non solo perché ci sarà un minimo di libertà, ma anche per il commercio che sta soffrendo dannatamente queste restrizioni "obbligate" dal Coronavirus. Tutto questo, naturalmente, fino a quando non arriveranno le Festività Natalizie. Sì perché ci saranno poi ulteriori restrizioni dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021. Una settimana di libertà, passando da Zona Arancione a Zona Gialla.

Uscita dalla Regione, solo se...

I lombardi dunque, potranno da oggi uscire dalla propria Regione. Attenzione però, lo spostamento sarà consentito solo verso un'altra Zona Gialla. Sì allo spostamento al di fuori del proprio Comune di residenza o domicilio che sia. Niente più autocertificazioni con sé dunque, ma vigerà il limite del coprifuoco. Questo significa che dalle 22 alle ore 5 del mattino del giorno seguente, non si potrà circolare liberamente. Quanto alle seconde case, via libera, a patto che sia di colore "giallo" il comune dove vorrete dirigervi.

Ristorazione: boccata d'aria

A gioire della cosa, tutte le attività ristorative. Bar, ritoranti, gelaterie, pub ed altri del settore ristorazione, potranno aprire con consumazione al tavolo fino alle ore 18.00. Parliamo forse della categoria che più ha sofferto e continua a soffrire di questo DPCM che non lascia spazio a questo tipo di attività. Cosa accadrà nel mese di Gennaio? Nessuno lo può sapere, ma restano valide le solite regole/consigli: mascherine, nessun contatto fisico e gel per le mani.

Articoli che potrebbero interessarti