SBK, BSB, Bradley Ray con Rich Energy OMG Racing per il 2021

Dopo la parentesi del 2020 con Synetiq TAS, Bradley Ray resterà a difendere i colori di BMW passando alla compagine diretta di Paul Curran. Affiancherà Kyle Ryde e guiderà l'inedita M1000RR

Share


Una sestina di piloti di spessore, con la volontà di portare BMW sul tetto del Regno Unito. A distanza di qualche giorno dagli annunci di Xavi Fores e Peter Hickman con FHO Racing, Andrew Irwin e Danny Buchan con Synetiq TAS, questa mattina è stato formalizzato l'accordo con il compagno di squadra di Kyle Ryde. Bradley Ray sarà il secondo alfiere di Rich Energy OMG Racing per il BSB British Superbike 2021. Reduce da un periodo particolarmente negativo, la prossima stagione anche lui avrà il compito di portare al debutto l'inedita M1000RR, ponendo le basi per un progetto tanto solido quanto vincente.

Alla ricerca di nuovi stimoli

Se nel 2018 aveva ben impressionato tra i ranghi del Team Buildbase Suzuki risultando il più giovane di sempre a qualificarsi allo Showdown, frutto di due vittorie e tre piazzamenti sul podio, dall'annata successiva qualcosa si è rotto in questo magnifico meccanismo. Le problematiche della GSX-R 1000 sono ben presto venute a galla, con l'originario di Ashford che ne ha pagato le conseguenze. Due misere seconde posizioni nel 2019 lo avevano portato a cambiare totalmente aria, andando nel rinnovato Synetiq TAS BMW. Tale movimento di mercato, per sua sfortuna, si è rivelato l'ennesimo buco nell'acqua, con una moto non all'altezza per competere contro le Ducati Panigale V4-R e Yamaha YZF-R1.

Conclusa la parentesi con la formazione di Philip Neill, per Bradley Ray si sono aperte le porte del Team OMG Racing, restando comunque legato alla Casa di Monaco di Baviera.

"Sono felice di entrare a far parte del Team Rich Energy OMG Racing - ha dichiarato Bradley Ray - ho trovato un ambiente familiare, hanno il giusto approccio alle corse. Ho già guidato la BMW e sono convinto che con la nuova M1000RR si potranno risolvere alcuni punti deboli dello scorso anno. Il mio obbiettivo è di tornare a lottare per le posizioni di vertice, Paul mi ha confermato che stanno investendo affinchè possa essere competitivo".

La compagine diretta da Paul Curran, dopo aver abbandonato Suzuki, a partire dallo scorso anno ha posto le basi per piani vincenti grazie all'accordo di sponsorizzazione di cinque anni con Rich Energy (dai trascorsi in Formula 1 con il Team Haas). Con piloti del calibro di Brad e Kyle Ryde, l'ambizione sarà di tornare al successo che manca addirittura dal 2019 con Josh Elliott in quel di Silverstone 'National'. 

Share

Articoli che potrebbero interessarti