SBK, Rea e la nuova Kawasaki a 1 secondo dalla pole ad Aragon

"Ho riscontrato diverse sensazioni rispetto a Jerez, devo ancora capire il potenziale della moto, dato che siamo dovuti ripartire da zero"

Share


La Kawasaki è tornata in azione quest’oggi ad Aragon per una due giorni di test che si concluderà domani. Protagonisti per l’occasione Johnny Rea e Alex Lowes, i quali hanno affilato le armi in vista della prossima stagione. Con loro anche Loris Cresso, portacolori del team Pedercini.

A fine giornata il Cannibale ha tracciato un veloce resoconto di quanto fatto con l’ultima evoluzione della ZX-10RR: “Abbiamo lavorato sul motore in modo da capire quali fossero le sensazioni, arrivando però ad avere buone conclusioni – ha spiegato il Cannibale - le sensazioni sono diverse rispetto a Jerez, dato che devo ancora capire meglio il potenziale della nuova moto, perché siamo partiti dall’inizio”.

Johnny entra poi nel dettaglio: “Ci siamo concentrati sul telaio e alcune componenti nuove portate in pista dalla squadra – ha aggiunto - sono fiducioso, perché sul giro secco siamo stati competitivi. Di sicuro questo test sarà importante perché traccerà la strada da seguire per il 2021”.

Secondo quanto reso noto, Johnny ha girato in 1’49”716 quest’oggi, ovvero un secondo più lento rispetto alla pole siglata dal Cannibale stesso in occasione del back to back di settembre al Motorland.

Share

Articoli che potrebbero interessarti