SBK, Superbike, Calendario 2021: si valuta la partenza da Assen il 25 aprile

Si partirà due mesi dopo rispetto agli scorsi anni con il TT che si candida a tappa d’apertura, c’è poi il rinnovo di Imola a tenere banco

Share


Calendario 2021, ci siamo? Più o meno. Verrebbe proprio da dire così. Se MotoGP e Formula 1 hanno già ufficializzato i propri piani per il prossimo anno, anche se in via provvisoria, per quanto riguarda la Superbike la Dorna non ha ancora diramato la bozza del calendario riguardante la futura stagione.

Secondo voci raccolte nelle ultime ore, questa potrebbe però arrivare entro fine mese oppure nelle prossime settimane. Sta di fatto che il prossimo anno il Mondiale Superbike scatterà con netto ritardo rispetto alle stagioni precedenti a causa del COVID-19.

Come ben sappiamo, a febbraio si volava in Australia per la tappa d’apertura, questa volta invece non sarà così. La Pandemia ha costretto lo stato del Victoria a rinviare il round di Phillip Island e di conseguenza la Dorna ha dovuto cercare una alternativa. A quanto pare Assen si è candidata ad ospitare la prima gara della prossima stagione in occasione del weekend del 23-25 aprile, ovvero due mesi dopo rispetto il solito.

Vista la cancellazione dello scorso anno, il Dutch vorrebbe quindi accogliere le derivate per il via della stagione. Poi ci saranno ovviamente i round spagnoli tra Barcellona, Jerez e Aragon a cui si accompagna Estoril, così come Magny-Cours, Donington e Oschersleben.

C’è poi la questione legata al nostro Paese. Con Misano praticamente certa della conferma, sarà poi interessante capire come andrà a finire la vicenda riguardante il rinnovo di Imola. A fine anno scadrà infatti il contratto inerente la Superbike e di conseguenza sarà necessario mettersi davanti a un tavolo per capire cosa fare.

Per quanto riguarda le tappa europee, il calendario 2021 dovrebbe basarsi su circa nove appuntamenti nel Vecchio Continente. Resta però da capire la Russia, dal momento che il Paese pensa a un ritorno nel Campionato con il nuovissimo circuito di Igora, vicino a San Pietroburgo, che come ben sappiamo è stato inserito come tappa di riserva in MotoGP.

Infine il discorso extraeuropee, che verranno pianificate sul finale di stagione. C’è l’Australia, ci sarà l’Argentina, saltata quest’anno, potrebbe poi essere introdotta l’Indonesia, che come ben sappiamo ha un accordo con Dorna per entrare nel calendario 2021. Di carne al fuoco ce n’è abbastanza, non resta che aspettare.  

Share

Articoli che potrebbero interessarti