SBK, CIV SS600, Filippo Rovelli con il Team Rosso e Nero nel 2021

Reduce dall'esperienza nel World SS300 con ParkinGO, il 19enne tornerà nel Campionato Italiano debuttando nella classe SS600. Rovelli guiderà una Yamaha YZF-R6 al fianco di Roberto Mercandelli

Share


A distanza di qualche giorno dall'annuncio del ritorno di Roberto Mercandelli, il Team Rosso e Nero ha formalizzato l'accordo con Filippo Rovelli. Una notizia nell'aria già da diverso tempo e che va così a completare la prima formazione della SuperSport 600 del CIV (Campionato Italiano Velocità).

Per l'originario di Gallarate, reduce dall'esperienza nel World SuperSport 300 con il Team ParkinGO Kawasaki, si tratterà del debutto assoluto in questa categoria. Dopo anni di militanza nella classe "leggera" del Mondiale riservato alle moto derivate dalla serie, per Filippo Rovelli era giunto il momento di cambiare decisamente aria e la chiamata della compagine di Roberto Adami non si è fatta attendere più di tanto. Contemporaneamente, il 19enne avrà modo di tornare in un contesto a lui favorevole, ovvero nel Campionato Italiano Velocità a distanza di un anno dall'ultima volta (nel 2019, sempre con ParkinGO, nella SS300 quando concluse terzo in campionato).

"Sono estremamente felice del passaggio in Rosso e Nero - ha dichiarato Filippo Rovelli - da tempo aspettavo tale opportunità. Nei primi test effettuati mi sono trovato subito a mio agio in sella alla YZF-R6, mi piace ed è davvero divertente da guidare. Per il 2021 l'obbiettivo sarà arrivare nei primi dieci in ogni gara, non vedo l'ora di iniziare questa nuova avventura".

Da anni una delle squadre di riferimento della SuperSport 600 tricolore, al termine di una stagione con Filippo Fuligni ed Emanuele Tonassi come alfieri, Roberto Adami ha deciso di formare nuovamente una coppia composta da un aspirante giovane e un esperto. Infatti, Filippo Rovelli gareggerà al fianco di Roberto Mercandelli, presenza fissa dell'ELF CIV. Un incentivo in più per stupire fin dalle prime manche. Entrambi alla ricerca di un riscatto, il 2021 si prospetta l'anno del definitivo salto di qualità.

"La scelta di un pilota così giovane era nel nostro programma per affiancarlo ad uno di grande esperienza come Mercandelli - ha detto Roberto Adami - potrà sicuramente aiutarlo a crescere nel corso dell'annata. Seguivamo da tempo Rovelli, ha ottime potenzialità. Le prove svolte qualche settimana or sono si sono rivelate decisamente positive. Dovremo lavorare e daremo tutti noi stessi per portarlo nelle posizioni che gli competono".

Articoli che potrebbero interessarti