Moto3, Tony Arbolino: "Voglio solo continuare a spingere e a sognare"

L'italiano a 11 punti da Arenas: "non cambio la mia mentalità, non ho pressione, nulla da perdere e darò il massimo anche a Portimao"

Share


Solo qualche fine settimana fa Tony Arbolino sembrava tagliato definitivamente tagliato fuori dai giochi per il Mondiale. La doccia fredda di dovere guardare dalla tv il primo GP di Aragon, per avere viaggiato insieme a una persona positiva al Covid al ritorno da Le Mans, sembrava togliergli ogni speranza. La prima regola della Moto3, però, è che non ci sono certezze e oggi a Valencia Tony ha conquistato una vittoria di forza che lo ha rilanciato in classifica.

Con solo una gara alla fine del campionato, domenica prossima a Portimao, il pilota del team Snipers ha 11 punti da recuperare ad Arenas per vincere il titolo, mentre Ogura gli è davanti di 3.

Veramente non so cosa dire, dal momento in cui ho lasciato la frizione in partenza all’ultima curva ho dato tutto afferma tutto di un fiato Tony, con ancora l’adrenalina che scorre.

Lo scorso fine settimana mi avevano fregato - ricorda il podio sfumato - e da quel momento ho pensato solo a vincere. Se credi veramente a qualcosa la puoi fare”.

Ci racconti questa gara?

Mi sentivo bene, come la scorsa settimana, ma questa volta il gap che ha preso Fernandez è stato minore. Mi sono detto che potevo riprenderlo, anche se ero al limite a ogni curva. Una volta raggiunto è stato tutto un po’ più facile, grazie alla scia. Quest’anno mi mancava molto la vittoria, oggi sono riuscito a prenderla”.

E hai riaperto il tuo Mondiale.

Non voglio cambiare la mia mentalità, voglio solo continuare a spingere e a sognare. Due gare fa ero lontano da Arenas, ora invece è tutto possibile. In Moto3 va così”.

Qual è il piano per Portimao?

Divertirmi. È una pista nuova, nessuno avrà un assetto di base, dovrò studiarla bene. Non sento nessuna pressione, so già che il prossimo anno andrò in Moto2 quindi non ho nulla da perdere. Sfrutterò al massimo questa opportunità e poi vedremo quello che accadrà”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti