MotoGP, Bagnaia: "Ho passato dei momenti duri, ma ora sono fiducioso"

"Oggi finalmente ho provato in moto le sensazioni di Jerez e Misano. I problemi sono all'anteriore, oggi l'ho approcciato in maniera diversa"

Share


Una terza posizione che, dopo tante prestazioni complicate, finalmente fa rialzare la testa a Pecco Bagnaia. Il pilota del team Pramac oggi è sembrato di nuovo a suo agio con la GP20 e vedersi nelle posizioni alte della classifica certamente gli avrà fatto tirare un sospiro di sollievo. 

“Dopo tanto tempo, oggi ho sentito nuovamente le sensazioni che avevo provato a Jerez e Misano – ci ha detto Bagnaia – In realtà mi sarei aspettato di andare forte anche lo scorso weekend in gara ma avendo avuto a disposizione solo una sessione di asciutto (per giunta con curva 1 piena d’acqua) ed essere partito indietro non mi ha aiutato. Quest’anno qui c’è molto grip ma soprattutto è costante e riesco a gestirlo al meglio”. 

Pecco, come detto arrivi da delle settimane complicate, come si mantiene alta la concentrazione in questi casi?

“A Le Mans non ero riuscito a dimostrare la mia forza per via della pioggia e poi ad Aragon ci sono stati due weekend davvero duri. Non è stato facile arrivare al Motorland e fare fatica, non nascondo che ci sono stati dei momenti duri ma con la squadra abbiamo continuato a lavorare e iniziare il weekend con queste buone prestazioni da una bella iniezione di fiducia a tutto l’ambiente”. 

Pecco, quali pensi che siano i problemi di questa GP20? Cosa avete sofferto maggiormente negli ultimi GP?

“Se sapessi quali sono tutti i problemi allora avremmo già sistemato tutto – ha detto Bagnaia sorridendo – Io credo che negli ultimi weekend la nostra maggior sofferenza sia stata all’anteriore: non riuscivamo a scaldare la gomma in fretta e così qui a Valencia mi sono messo in testa di spingere in frenata già dal primo giro e anche se è un po’ scomodo poi è una scelta che paga. Oggi sono uno dei pochi ad aver fatto il tempo con la dura”. 

Miller ha detto che la giornata di oggi è stata anche teatro di qualche test per il 2021. Hai provato anche tu qualcosa sulla moto?

“Oggi ho usato principalmente il mio assetto di sempre ed è andato tutto molto bene, in FP2, soprattutto, il passo è stato molto buono. Anche io come Jack ho provato qualche modifica per il prossimo anno ma al momento preferisco ancora il mio assetto di base, con quello riesco ad esprimere al meglio il mio potenziale, sul 2021 ci lavoreremo”. 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti