MotoGP, Alex Marquez: “Marc sta meglio, il recupero sta andando secondo i piani”

“Sono qua per giocarmi con Binder il titolo di Rookie of the Year, fino a metà stagione sarebbe stato un qualcosa di impensabile per me”

Share


La voglia di riscatto è grande e di conseguenza Alex Marquez punta a lasciarsi alle spalle le delusioni dell’ultimo round di Aragon. La caduta ha infatti costretto lo spagnolo a rinunciare alla lotta per il podio, tanto da dover  uscire di scena sul più bello. Eppure, nonostante il ko, l’alfiere Honda è pronto per duellare con i migliori.

“Dispiace per come è andata l’ultima gara – ha esordito Alex – purtroppo quella è stata una caduta ingenua, ma è inutile pensarci. Questo fine settimana si corre un nuovo GP e l’obiettivo è fare un bel lavoro. Nelle ultime gare siamo riusciti a trovare una strada da seguire e di conseguenza dovremo percorrerla”.

Alex svela quindi gli obiettivi.

“Dentro di me vorrei essere in lotta per il podio a ogni gara, ma al tempo stesso so bene che non è una cosa semplice, dal momento che la concorrenza è agguerrita. Io dovrò cercare di proseguire il lavoro iniziato nelle ultime gare e cercare di essere competitivo in ogni momento”.

Non manca poi una battuta in merito alle condizioni di salute del fratello.

“La squadra ha già parlato nelle ultime settimana dello stato di salute di Marc. Quello che posso dire io è che Marc sta recuperando da un grave infortunio, ma ora sta meglio. Il recupero va quindi secondo i piani, anche se ci vorrà del tempo come lui sa bene. Dopo la gara di Aragon abbiamo trascorso del tempo assieme, abbiamo parlato e ora sono qua a Valencia per una nuova gara”.

Oltre alla bagarre per il titolo mondiale, c’è poi il duello per il rookie of the year, dove Alex e Binder sono appaiati.

“Brad lo conosco bene, dato che lo scorso anno abbiamo duellato a lungo in Moto2. Fino a metà stagione lottare per questo titolo sembrava essere un miraggio, adesso invece ho una grande motivazione per arrivare a conquistare questo obiettivo. So che posso farcela, ma non sarà semplice, vedremo quindi cosa accadrà. Di sicuro in queste ultime gare sono cambiate molte cose, ma sarà interessante vedere come si comporterà in pista la KTM”.

    

 

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti