MotoGP, Alex Marquez: “Mi è mancata la calma, ho fatto un errore da debuttante”

“Ho perso troppo tempo con Zarco, ma Johann non è stato intelligente perché ha lasciato scappare Mir e rallentato me”

Share


L’occasione sembrava essere davvero ghiotta, dal momento che il terzo podio consecutivo aspettava Alex Marquez al Motorland. Peccato che il suo weekend sia finito con una scivolata proprio sul più bello, ovvero quando occupava la quarta posizione a pochi decimi dalla Suzuki di Joan Mir.

Un fine settimana amaro per il numero 73, a cui non resta che imparare la lezione in vista della doppia di Valencia.

“Oggi ho commesso un errore da debuttante e mi dispiace davvero per me e tutta la squadra – ha esordito Alex – ho sbagliato e sono finito a terra. In quel momento stavo pensando troppo ad arrivare sul podio per la terza volta e di conseguenza non ho avuto la calma e la pazienza necessaria, commettendo un errore. Di sicuro imparerò da questo errore in vista delle prossime gare”.

Non manca poi una battuta in merito alla scelta della gomma.

“Lo pneumatico non c’entra nulla con la caduta. Nelle FP4 mi sono trovato bene con l’anteriore duro e di conseguenza ho optato per quel tipo di scelta dopo quando accaduto domenica scorsa, quando non sono riuscito a vincere per la scelta della gomma. Penso sia stata una decisione corretta quella di oggi, dato che in gara avvertivo delle buone sensazioni”.

Per concludere non manca una battuta su Zarco, reo di averlo rallentato.

“Johann non è stato molto intelligente a mio avviso quest’oggi, dato che mi ha fatto perdere tanto tempo in modo inutile. Quando si è trovato in lotta con Mir non ha minimamente pensato di ostacolarlo e l’ha lasciato scappare, con me invece si è comportato in modo opposto, nonostante avessi più ritmo rispetto a lui. Alla fine sono riuscito a passarlo, ma poi sono caduto nel tentativo di voler recuperare Mir”.  

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti