MotoGP, Mir: “Davanti ho piloti più lenti, dovrò superarli senza perdere tempo"

“Sono deluso, ma ho un ritmo migliore rispetto a domenica scorsa. Purtroppo con la gomma morbida non mi sono trovato bene. Devo cercare di vincere o almeno restare sul podio”  

Share


Joan Mir poteva approfittarne, invece ha chiuso al 12° posto la qualifica di Aragon. Scatterà quindi dalla quarta fila il pilota Suzuki, preceduto per l’occasione da Marquez e Lecuona. Ovviamente lo spagnolo preferisci non abbattersi, dal momento che domenica scorsa Rins e Alex Marquez sono arrivati a podio partendo dalle retrovie.

“Sono deluso da come è andata la mia qualifica – ha esordito Joan – potevo fare sicuramente meglio, invece dovrò partire dietro. Purtroppo, con la gomma morbida, non sono riuscito a trovare le sensazioni che volevo e di conseguenza ho faticato. Inoltre ho pure commesso qualche piccolo errore che ha compromesso la mia prestazione”.

Eppure il morale dello spagnolo è alto.

“Non sono abbattuto, dato che ho il ritmo. Se non avessi il ritmo sarei preoccupato, invece come passo sono meglio rispetto alla settimana scorsa. Partirò dodicesimo con dietro delle Ducati che saranno arrabbiate, ma io devo cercare di pensare soltanto a me. Domenica scorsa, Marquez e Rins sono arrivati sul podio partendo da dietro e io dovrò fare lo stesso”.

Mir ha quindi le idee ben chiare in merito a come comportarsi.

“L’obiettivo è quello di disputare una bella gara e cercare di arrivare sul podio, provando ovviamente a vincere nel caso in cui dovesse esserci la possibilità. Taka e Rins sono veloci e di conseguenza possono puntare a un risultato importante. Al via sarà fondamentale essere intelligenti, dato che troverò davanti a me piloti che non hanno il passo gara per vincere. Proprio per questo motivo dovrò superarli senza perdere tanto tempo. Durante questo weekend abbiamo lavorato molto per non avere problemi all’anteriore e sono fiducioso”.

 

Share

Articoli che potrebbero interessarti