MotoGP, Vinales: “Se le Honda saranno davanti in gara sarà un disastro”

"Bisognerà rischiare molto per superarle. Ovviamente averle dietro permetterebbe di scappare. AlA questo punto anche Nakagami è in lotta per questo Mondiale"

Share


Nakagami detta il passo nel venerdì di Aragon, ma le Yamaha sono incollate alla vetta, specialmente quella di Vinales, autore del secondo tempo di giornata. Non male come inizio quello del pilota spagnolo, capace di confermarsi a stretto contatto con i piani alti della classe.

“Sono contento per come è iniziato questo fine settimana – ha esordito Maverick – nonostante il tracciato presenti meno grip rispetto alla settimana scorsa, siamo riusciti a lavorare bene, riscontrando da subito fiducia. Si vede che lavorando abbiamo trovato qualcosa di interessante che potesse aiutarci. Adesso dobbiamo cercare di essere forti nella FP3 e garantirci l’accesso diretto alla Q2, dove servirà un giro perfetto”.

Intanto le Honda continuano a incombere.

“Ad Aragon la Honda è sempre stata forte e la conferma arriva dalle vittorie di Marquez degli ultimi anni. Taka e Alex stanno lavorando bene e possono puntare a vincere questo weekend, dato che il loro potenziale è sotto gli occhi di tutti. Inoltre sono convinto che anche a Valencia potranno dimostrare di lottare con i migliori”.

Questo può essere un grattacapo.

“Vedere una Honda così veloce può essere un bene e un male, mi spiego. Se le Honda sono dietro di me e di conseguenza davanti a un diretto rivale per il titolo, possono aumentare lo spettacolo e togliere punti importanti per il Campionato. Il problema è se te le ritrovi davanti. Allora a quel punto può essere un disastro vero e proprio perché devi attaccare e rischiare per superare. Vedremo quindi cosa accadrà. Di sicuro Nakagami è un pilota forte e le considero tra i pretendenti per il titolo. In un Mondiale così strano, tutti i piloti che hanno un gap dalla vetta inferiore ai 25 punti possono puntare al titolo”

Share

Articoli che potrebbero interessarti