MotoGP, Kevin Schwantz: "Joan Mir è il mio favorito nella corsa al titolo"

"Pensavo che i veterani quest'anno fossero avvantaggiati, ma sono invece i giovani a trovare le soluzioni più rapidamente. Pensavo che Quartararo uccidesse il mondiale, ma non è accaduto"

Share


Nel corso di una apparizione nel podcast ‘In the Fast Lane’, Schwantz ha spiegato la sua sorpresa per il fatto che "i veterani della MotoGP non sono riusciti ad approfittare della mancanza di test concessi ai concorrenti quest'anno a causa della pandemia globale Covid-19. Al contrario - ha detto il texano iridato nel 1993 - sono stati gli ultimi arrivati a risolvere i problemi in modo più efficace”.

Schwantz ha notato che alcuni dei piloti più esperti, nel corso dei Gran Premi ‘doppi’ è andato forte nel primo e non nel secondo.

“I giovani sembrano capire più in fretta ciò che c’è da fare, mentre io avrei pensato che sarebbe stato un vantaggio per alcuni dei veterani”.

L’americano ha anche confessato che, dopo le prime due gare a Jerez, Fabio Quartararo prendesse il posto di Marc Marquez nel rendere le gare noiose, “ma invece è accaduto tutt’altro ed ora sono convinto che Joan Mir stia dimostrando molta maturità e sento che sarà lui a vincere il mondiale quest’anno”.

Share

Articoli che potrebbero interessarti