MotoGP, A. Espargarò: “Mir è il favorito, Dovizioso deve batterlo ad Aragon"

“Andrea non molla, ma per la Ducati Valencia e Portimao saranno piste dure. L’Aprilia? Fatichiamo quando le temperature si abbassano”

Share


La gara della scorsa settimana gli ha l’asciato l’amaro in bocca, tanto che non è riuscito a rimanere nei primi dieci. Aleix Espargarò torna quindi ad Aragon per il back to back affamato di riscatto. Da parte sua c’è fiducia, ma al tempo stesso consapevolezza che ad attenderlo non ci sarà una sfida semplice.

“Purtroppo la scorsa settimana abbiamo faticato – ha esordito Aleix – Mi dispiace,  perché ad Aragon avevo fatto una bella prestazione lo scorso anno e la RS-GP 2020 è la migliore Aprilia che abbia mai guidato. Il problema è che con le temperature basse non riusciamo ad avere la giusta aderenza al posteriore e questo è l’aspetto che va a complicare le nostre prestazioni. Quando troviamo il caldo, come ad esempio Qatar o Sepang, col posteriore ho grande fiducia, infatti riesco a sfruttare nel modo migliore la moto. Adesso, invece, dovendo fare i conti con una riduzione del temperature, soffriamo. Spero però di compiere un passo avanti questo fine settimana”.

Aleix  non vuole quindi gettare la spugna.

“Siamo a ottobre e di conseguenza questo è il meteo. La cosa che posso dire è che lavoreremo duramente, provando diverse soluzioni nell’arco del fine settimana per trovare la giusta via da seguire. Domenica scorsa, ad esempio, abbiamo visto la Honda svolgere un bel lavoro, tanto che Alex e Nakagami avevano una grande trazione”.

Non manca infine una battuta sul Mondiale.

Secondo il mio punto di vista Mir è il pilota favorito per il titolo e il fatto che sia in testa al campionato ne è la conferma. Inoltre ha una moto che si adatta bene alle piste come Valencia, dove correremo due volte, e Portimao. Al tempo stesso Dovizioso non molla. Nonostante non sia veloce come lo scorso anno, lui porta sempre a casa il massimo risultato possibile. Per me lui è uno dei più forti piloti in MotoGP, ma nel caso in cui non riuscisse a stare davanti alla Suzuki questo weekend, temo sarà dura per la Ducati tra Valencia e Portimao”.   

Share

Articoli che potrebbero interessarti