SBK, Estoril: Redding mostra i muscoli nei test a Rinaldi, van der Mark e Locatelli

Scott e la Ducati chiudono in bellezza la prima uscita in vista del 2021, precedendo la Kawasaki di Lowes, 3° Rinaldi, 5^ la BMW di Van der Mark, 6^ la Yamaha di Locatelli

Share


Alla fine è arrivata la pioggia a guastare i piani, tanto da costringere le squadre ad abbassare le serrande con largo anticipo rispetto alla conclusione prevista per le 19 italiane, le 18 locali. Maltempo a parte, il lunedì di test all’Estoril, antipasto della stagione 2021, ha confermato il potenziale di Scott Redding, autore del riferimento di giornata in 1’36”581.

Il pilota britannico ha quindi recitato la parte di protagonista, precedendo la Kawasaki di Lowes (+0.345). Per l’occasione KRT è scesa in pista solo con Alex, dal momento che Rea lo rivedremo in azione soltanto a novembre. Alle spalle del numero 22 c’è Michael Ruben Rinaldi (+0.516).

Alla prima apparizione da ufficiale sulla Ducati V4 del team Aruba, il romagnolo ha cercato di prendere le misure della moto, valutando i dettagli e le sensazioni. Un inizio incoraggiante per il giovane debuttante, capace di tenere alle proprie spalle le BMW di Sykes e van der Mark.

Non mancava certo la curiosità nel vedere Michael in azione con la moto tedesca della Casa di Monaco, autore del quinto tempo di giornata a oltre un secondo e mezzo dalla vetta (+1.719). Alle sue spalle compare invece Andrea Locatelli in ritardo di poco più di due secondi in quella che la sua prima apparizione con la Yamaha R1 del team PATA (+2.139).

Il cammino del bergamasco è solo all’inizio e di conseguenza il cronometro non rappresentava la priorità per il pilota di Selvino. A chiudere il gruppo la Ducati di Bassani e la Kawasaki di Cresson.

Share

Articoli che potrebbero interessarti