Moto2, FP3: Un Di Giannantonio da record comanda ad Aragon

Il pilota SpeedUP batte Sam Lowes, secondo davanti a Gardner. Bastianini 10°, Marini 12°

Share


Ieri ci era sembrato molto in forma, ma oggi, Fabio Di Giannantonio, ha probabilmente superato ogni aspettativa. Primo tempo nella combinata, a battere quello che sembrava un insuperabile Sam Lowes fino a pochi minuti dal termine della FP3, e record della pista di Aragon con la Moto2 con il tempo di 1:52.171. Diggia, finalmente, dopo una prima metà di stagione complicata e nella quale aveva fatto segnare a referto solo 3 punti nella prima gara del Qatar andando ad inanellare 5 “zeri” consecutivi, sembra essere tornato al suo livello forte anche della sicurezza contrattuale per il prossimo anno: il pilota romano ha infatti firmato un contratto biennale con Gresini con una opzione MotoGP per il 2022. 

Dietro Di Giannantonio, nella combinata si è classificato Sam Lowes che, al momento, rimane comunque il favorito per la gara di domani visto che in questa FP3 ha mostrato un passo incredibile cadendo però esattamente nello stesso punto di ieri. Troppa confidenza o una guida al limite? Vedremo se Sam sbaglierà anche nelle qualifiche. 

Terza posizione per Remy Gardner davanti ad Augusto Fernandez e Joe Roberts che ha preceduto l’altra SpeedUP di Jorge Navarro e Ramirez. I primi 7 classificati della combinata hanno tutti migliorato il proprio tempo di ieri cosa che invece non ha fatto Marco Bezzecchi, 8° nella generale davanti a Dixon ed Enea Bastianini. Solo 12° dietro a Bendsneyder, Luca Marini che in queste FP3 si è visto poco, probabilmente il leader del mondiale ha preferito non cercare il time attack in questa sessione rischiando però di finire fuori dal Q2. Gli ultimi piloti che non passeranno per il Q1 sono Garzo ed Ector Pons, 14° in virtù del tempo fatto segnare nella giornata di ieri. 

Schrotter è 15° e il primo degli esclusi davanti a Dalla Porta e Manzi con Vierge, Martin, Luthi, Syahrin a precedere Baldassarri, Corsi e Nagashima. Tanti nomi importanti per un Q1 che di certo ci farà divertire. 

Share

Articoli che potrebbero interessarti