MotoGP, Tris Yamaha nella Fp1 di Aragon: Vinales 1° su Morbidelli. Ducati ultime

La M1 sugli scudi nonostante due cadute per Morbidelli e Quartararo, 3°. La Ducati soffre il freddo, nessuno in Q2 al momento per la Casa di Borgo Panigale

Share


ORE 11:23 - Termina qui la nostra cronaca LIVE della FP1 MotoGP ad Aragon. Grazie per averla seguita con noi. L'appuntamento con il nostro LIVE è per le 14:10 quando scatterà la seconda sessione di libere sul tracciato di Alcaniz. Stay Tuned!

ORE 11:18 - E' dunque una sessione firmata dalla Yamaha quella che si è appena conclusa d Aragon. Vinales si prende il miglior tempo su Morbidelli e Quartararo, che sono anche stati vittime del freddo con due cadute per fortuna senza alcuna conseguenza per i piloti. Bella sessione per Alex Marquez, anche lui caduto all'inizio ed in grado di riprendersi nel finale chiudendo 4° davanti a Nakagami. 

Sesto tempo per Joan Mir, davanti a Pol Espargarò e Cal Crutchlow, che si conferma in buono stato di forma dopo quanto visto a Le Mans soprattutto nelle libere. A chiudere la top ten e la lista dei qualificati al momento alla Q2 ci sono Alex Rins ed Aleix Espargarò. Primo degli esclusi Brad Binder, che precede Jack Miller, miglior pilota Ducati in classifica in una sessione difficilissima per la casa di Borgo Panigale.

Petrucci, Dovizioso e Bagnaia hanno infatti chiuso rispettivamente in 15a, 17a e 21a posizione, con Zarco davanti a Bagnaia e vittima di una caduta durante il turno. Le basse temperature non sembrano affatto sorridere alla Ducati. 

ORE 11:13 - Termina la FP1 di Aragon con Vinales a precedere Morbidelli e Quartararo, entrambi vittime di una caduta a fine turno. 

ORE 11:12 La caduta è avvenuta nei primi istanti della staccata, ma non sembra ci sia alcuna conseguenza per il pilota francese.

ORE 11:09 - Sale al 4° posto Alex Marquez, primo pilota a transitare sotto la bandiera a scacchi della FP1 di Aragon. Caduta per Fabio Quartararo proprio negli ultimi secondi della sessione. 

ORE 11:08 - Queste le immagini della caduta di Morbidelli.

ORE 11:06 - Rientra ai box Franco Morbidelli, costretto a perdere gli ultimi minuti della sessione.

ORE 11:04 - Questa la classifica quando mancano circa 5 minuti alla fine della sessione. Sempre tre Yamaha davanti a tutti. 

ORE 11:01 - Una caduta anche per Franco Morbidelli, alla 14. Lo stesso punto in cui è caduto Zarco. Nessuna conseguenza per il pilota Yamaha per fortuna. 

ORE 10:59 - Caduta per Iker Lecuona alla curva 2, stesso punto dove è caduto anche Alex Marquez poco fa. 

ORE 10:57 - Tardozzi spiega la situazione ai microfoni di Sky: "I piloti semplicemente non sentono grip e preferiscono non spingere, non ci sono problemi particolari. Non ti consentono neanche di fare l'assetto, quindi è inutile girare"

ORE 10:56 - Piccolo malinteso in pista tra Mir e Oliveira, con il portoghese che stava facendo un po' da tappo al pilota Suzuki. 

ORE 10:53 - Vinales abbatte il muro del 1'50 e si prende la prima posizione davanti a Morbidelli. restano 3 Yamaha M1 davanti a tutti, la moto di Iwata perfettamente a proprio agio ad Aragon. 

ORE 10:51 - Questa la classifica al momento, con Morbidelli ancora davanti a tutti. Colpisce vedere le 4 Ducati GP20 che occupano le ultime 4 posizioni in classifica. La moto bolognese sta digerendo decisamente male Aragon con queste temperature al momento. 

ORE 10:49 - Caduta per Alex Marquez, che scivola per fortuna senza alcuna conseguenza nella ghiaia.

ORE 10:48 - Anche Vinales ha rischiato di cadere nello stesso punto di Zarco, ma è riuscito a salvare la situazione.

ORE 10:42 - Morbidelli intanto si prende la prima posizione, scavalcando il compagno Quartararo e Pol Espargarò. Ultimi due piloti in classifica gli ufficiali Ducati Petrucci e Dovizioso. 

ORE 10:40 - Si avvicina ai migliori Franco Morbidelli, che però viene subito passato in classifica da Vinales. Ci sono tre Yamaha nei primi quattro, confermando che Aragon è una pista particolarmente gradita dalla M1. 

ORE 10:39 - Ecco le immagini della caduta di Johann Zarco.

ORE 10:37 - Tempi ancora lontani, ma la classifica prende a sua forma con Quartararo e Pol Espargaro che stanno dettando il ritmo. 

ORE 10:35 - Il freddo di Aragon miete la prima vittima e si tratta di Johann Zarco, caduto proprio dove c'è il celebre muro di Aragon

ORE 10:32 - Morbidelli abbassa parecchio il limite, fermando il cronometro in 1'52.7, quasi due secondi più veloce di Nakagami. Ma i riferimenti sono ancora molto lontani. 

ORE 10:30 - Arrivano i primi riferimenti dalla pista e Nakagami segna il giro più veloce al momento. I piloti sono ancora abbastanza lenti e lontani dai riferimenti abituali. 

ORE 10:27 - I piloti affrontano in modo molto prudente questa prima sessione di libere. La temperatura è ancora molto bassa e si teme che nel pomeriggio il vento possa essere un altro problema. Il regolare svolgimento del Gran Premio dovrà fare parecchio i conti con questa situazione meteo. 

ORE 10:25 - Semaforo verde in pitlane, scatta la FP1 ad Aragon.

ORE 10:24 - Jack Miller controlla in prima persona la temperatura dell'asfalto

ORE 10:16 - Mancano meno di dieci minuti al semaforo verde sulla FP1 di Aragon. La temperatura sta aumentando lentamente e si spera dunque che possa arrivare ad un livello idoneo per consentire alle MotoGP di girare in sicurezza. 

ORE 10:10 - Piero Taramasso di Michelin parla della decisione di ritardare l'inizio della sessione: "Ci sono 9 gradi, la temperatura è troppo bassa. E' stata una decisione che ha preso la Race Direction e io sono d'accordo con loro. Quando vai a 350 km/h e la pista non perfetta...si pensa che quando scatterà la sessione possano esserci 15 gradi circa e questo può fare una enorme differenza. Abbiao suggerito ai piloti di partire con una morbida all'anteriore ed una media al posteriore e gli abbiamo suggerito di aumentare leggermente la pressione per generare temperatura sulle gomme più velocemente". 

ORE 9:52 - Maio Meregalli commenta ai microfoni di Sky la situazione di Valentino Rossi e lo spostamento della sessione FP1: "Stamattina c'erano 5 gradi, adesso sarà qualche grado in più. Ci hanno comunicato che è stato preferibile spostare di qualche minuto per consentire alla temperatura di aumentare di qualche grado. Ho cercato di chiamare ieri sera Valentino. Non ha risposto, non sono riuscito a parlare con lui. Non penso ci sia molto altro da aggiungere, non sei mai pronto a queste cose. Adesso abbiamo 10 giorni per valutare un sostituto per Aragon 2, ma al momento non abbiamo parlato con nessuno. Non escludo l'ipotesi Lorenzo, ma penso che dopo i test che ha fatto a Portimao è chiaro che ha bisogno di girare un po' di più.  Se Valentino non dovesse essere in grado di tornare per Valencia, sarà di certo preso maggiormente in considerazione. Lorenzo ha girato con noi un giorno e mezzo a Sepang a febbraio, dopo di che non ha più guidato nessuna moto. Parlando anche con i nostri piloti, loro nonostante stiano correndo nei periodi di pausa in moto, hanno bisogno di girare sempre. Sicuramente Jorge ha perso l'abitudine alla frenata, alla velocità, all'accelerazione, quindi ha sicuramente bisogno di girare un po' di più in moto".

ORE 9:50 - Buongiorno e benvenuti alla nostra cronaca LIVE della FP1 MotoGP ad Aragon. L'inizio della sessione è stato ritardato a causa di una temperatura troppo bassa dell'asfalto. La pista aprirà alle 10:25 secondo quanto segnalato da Dorna. 

Sarà un Gran Premio di Aragon davvero particolare, perché mancherà in pista il pilota simbolo della MotoGP e lo farà proprio a causa del Covid. Valentino Rossi è infatti stato trovato positivo dopo un tampone al virus che sta condizionanto questo maledetto 2020 e si tratta del primo caso di pilota contagiato in top class. 

Ma questo non fermerà il motomondiale, che oggi affronta per la prima di due tappe il tracciato di Alcaniz. Il tracciato sulla carta dovrebbe essere favorevole a Yamaha e Ducati, ma il meteo potrebbe condizionare nuovamente la gara sia per il rischio pioggia che per le temperature previste, decisamente sotto la media. Per la FP1 si prevedono infatti temperature di poco sopra lo 0 e questo rappresenta un enorme problema per le gomme della MotoGP, costruite per lavorare bene ad altre temperature. 

Andrea Dovizioso punterà ovviamente a rosicchiare qualche altro punto in classifica a Fabio Quartararo e con solo cinque gare che ci separano dalla fine del mondiale, è chiaro che sbagliare qui può significare perdere ogni speranza iridata. 

La sessione scatterà alle 9:55, come il nostro LIVE. Stay Tuned! 

Share

Articoli che potrebbero interessarti