SBK, Rea: “All’Estoril avrò tanto da imparare e un Mondiale che aspetta”

Johnny pronto a mettere le mani sul sesto titolo in Portogallo, Lowes: “La pista sembra adattarsi alla nostra moto”

Share


Tre punti. È quanto deve capitalizzare Johnny Rea il prossimo weekend per conquistare il sesto titolo iridato. Per un campione del suo calibro, non dovrebbe essere un prova di quelle complicate, anche perché al tempo stesso Redding dovrà vincere tutte e tre le gare.

Insomma, il Mondiale aspetta il Cannibale dietro l’angolo e lui non vuole certo farselo soffiare: “Sono pronto e al tempo stesso molto emozionato per questo weekend – ha detto il portacolori Kawasaki – è la prima volta che corro all’Estoril e di conseguenza avrò tanto da imparare. Come ben sappiamo c’è anche il Mondiale ed è bello che si decida all’ultima gara. Tutti sanno che non ho mai corso su questo tracciato, ma sono fiducioso che la Kawasaki possa adattarsi bene ed essere forte, puntando ad arrivare sul podio in tutte e tre le gare”.

In casa Kawasaki non manca poi la curiosità nei confronti di Alex Lowes, reduce dal podio di Gara 1 a Magny-Cours: “Anche per me l’Estoril rappresenta la classica prima volta e non vedo l’ora di essere in pista – ha detto – visto da fuori il tracciato sembra essere interessante e io cercherò di fare il massimo per divertirmi e riuscire ad arrivare tra i primi tre, chiudendo al meglio questo primo anno in Superbike con Kawasaki”.   

Articoli che potrebbero interessarti